Vaccini da 5 a 11 anni
Le Faq e le Fake dell’Iss

Dagli effetti del Covid, al tipo di farmaco che sarà somministrato e ai consigli per i genitori

Vaccini da 5 a 11 anni Le Faq e le Fake dell’Iss

Dagli effetti del Covid sui bambini, al tipo di vaccini che verrà somministrato, ai consigli ai genitori su cosa fare prima della somministrazione (sconsigliati gli antidolorifici) e subito dopo il vaccino (15-30 minuti di osservazione nel centro vaccinale), ai principali effetti collaterali (in caso di dolori muscolari e febbre, questi scompaiono in 1 o 2 giorni).

L’Istituto superiore di Sanità ha pubblicato le Faq e le Fake sui vaccini nella fascia 5-11 anni, una vera e propria guida per affrontare la vaccinazione in tranquillità, che in Italia ci sarà a partire dal 16 dicembre prossimo.

Ecco il vademecum del’Iss: - EFFETTI COVID SULLA SALUTE DEI BAMBINI: Anche in età infantile l’infezione da Sars-CoV-2 «può comportare rischi per la salute: circa 6 bambini su 1.000 vengono ricoverati in ospedale e circa 1 su 7.000 in terapia intensiva». Anche con infezione lieve e asintomatica (la grande maggioranza) non si escludono complicazioni, come la sindrome infiammatoria multisistemica e la comparsa di effetti da long Covid - EFFICACIA VACCINI PER I BIMBI: 91% nel ridurre il rischio di infezione - TIPO DI VACCINO: Pfizer-BioNTech (a mRna) con dose di circa un terzo rispetto agli altri. Previste 2 dosi a tre settimane.

- COSA FARE PRIMA DEL VACCINO: 1) spiegare bene al bambino cosa sta facendo; 2) non dare antidolorifici per cercare di prevenire eventuali effetti collaterali; 3) comunicare al medico vaccinatore eventuali episodi di allergie.

- DURANTE E DOPO IL VACCINO: vaccinare il bambino seduto o sdraiato e, dopo, attendere 15-30 minuti al centro vaccinale per l’osservazione.

- PRINCIPALI EFFETTI COLLATERALI: Nel braccio dove è stata fatta l’iniezione potrebbero verificarsi dolore, rossore e gonfiore; potrebbero inoltre manifestarsi sintomi quali stanchezza, mal di testa, dolori muscolari, brividi, febbre e nausea. Tali sintomi sono generalmente di lieve entità e si risolvono nel giro di 1-2 giorni.

Per quanto riguarda invece le FAKE, ecco le risposte dell’Iss: - I BAMBINI NON SI AMMALANO E SE SI AMMALANO NON MUOIONO, inutile vaccinare: dall’inizio dell’epidemia nella fascia 6-11 anni oltre 263mila i casi, 1453 ricoveri in reparti ordinari, 36 ricoveri in Terapia Intensiva e 9 decessi (dati all’1 dicembre scorso). Nelle ultime settimane il numero di contagi in questa fascia di età è nettamente in crescita».

- RISCHI DA EFFETTI AVVERSI: l’Ema ha concluso che il rapporto tra benefici e rischi è positivo anche per la fascia d’età 5-11 anni, sottolinea l’Iss in riferimento alla fake che il vaccino espone a rischi che senza vaccino non si avrebbero.

- TROPPO POCHI TEST CLINICI PER POTENZALI RISCHI DI MIOCARDITE: le informazioni di sicurezza oggi disponibili riguardano non solo i 3.000 bambini che hanno ricevuto il vaccino durante la sperimentazione clinica, ma comprendono anche i primi dati raccolti negli oltre 3 milioni di 5-11enni già vaccinati negli Stati Uniti, risponde l’Iss sottolineando che nei più piccoli “si osserva un minore rischio di sviluppare miocarditi o pericarditi, e non sono stati segnalati casi durante i test clinici».

- PROCESSI INFIAMMATORI: «non ci sono studi che hanno dimostrato una correlazione» con il vaccino.

- INDEBOLIMENTO DEL SISTEMA IMMUNITARIO: «Il vaccino anti Covid, così come gli altri, ’insegnà al sistema immunitario a riconoscere l’agente infettivo prima dell’effettiva esposizione, contribuendo così a rafforzarlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA