Treni, un terzo binario a Cernusco  per far scorrere la Milano-Lecco-Tirano
Viaggiatori alla stazione di Cernusco-Merate

Treni, un terzo binario a Cernusco

per far scorrere la Milano-Lecco-Tirano

Rfi cambia idea, il potenziamento sarà alla stazione di Cernusco. Perplessi i pendolari.

Sarà realizzato alla stazione ferroviaria di Cernusco-Merate e non in quella di Olgiate Molgora il terzo binario che permetterà, in caso di blocco sulla linea Milano-Lecco, di non interrompere completamente il collegamenti tra i due capoluoghi.

È quanto ha assicurato, nel corso della commissione infrastrutture, l’assessore regionale ai trasporti Claudia Terzi, rispondendo a una interrogazione presentata dal consigliere Raffaele Straniero (Pd).

«Nel programma regionale mobilità e trasporti, approvato dal consiglio regionale nel 2016, a proposito della riqualificazione della Lecco-Sondrio-Tirano e della Colico-Chiavenna, era prevista la realizzazione nella stazione di Olgiate di un punto di comunicazione fra i binari, per evitare situazioni di paralisi della linea in caso di arresto di un treno fra le stazioni di Calolziocorte e Carnate». È infatti accaduto più di una volta, in passato, che anche per motivi non gravi, il blocco di un convoglio sulla tratta bloccasse completamente la linea. Da qui la richiesta, anche e soprattutto da parte dei sindaci, di interventi, che riuscissero a rimediare a una “dimenticanza” che risale agli anni del raddoppio ferroviario.

«Per noi - continua Straniero - l’obiettivo riveste un carattere di sempre maggiore attualità per via di una serie di episodi in cui si sono verificati casi di arresto di un convoglio ferroviario, per un guasto, fra le stazioni di Calolziocorte e di Carnate,  semi-paralizzando la linea».

Quella comunicata dall’assessore è comunque una novità. Straniero ricorda infatti che «nel piano di investimenti di Rfi per la Lombardia, presentato lo scorso mese di febbraio, quest’ipotesi era esclusa. Oggi l’assessore Terzi ha spiegato che Rfi ha deciso di  sostituire l’intervento di cui si parlava con un altro, che prevede un terzo binario  nella stazione di Cernusco.  La finalità sarebbe la stessa ma cambierebbe la collocazione. L’intervento, ha precisato Terzi, è ancora in fase di progettazione. Non si  conoscono ancora  i tempi e i modi di realizzazione».

L’esponente del Pd ha riconosciuto che «si tratta di un passo avanti positivo, se avrà le stesse caratteristiche di quello previsto ad Olgiate. Non essendoci stati forniti ulteriori dettagli, aspetteremo un paio di mesi per vedere che cosa succede. Poi ritorneremo a chiedere informazioni, ancora una volta all’assessore oppure direttamente a Rfi. Vogliamo capire se davvero la collocazione di questo terzo binario nella stazione di Cernusco-Merate sia fattibile». Perplessità sulla novità ha espresso Francesco Ninno, portavoce del comitato pendolari del Meratese. «Stiamo cercando di capire se sarà davvero così oppure si tratta soltanto di una mossa per rimandare e poi non fare nulla. Per ora, sospendiamo il giudizio, in attesa dei dettagli, sui tempi e sulle modalità di intervento».

Ninno comunque riconosce che «si tratta di un lavoro da fare. Farlo a Olgiate Molgora, che si trova a metà strada tra Carnate e Calolziocorte, dal nostro punto di vista, sarebbe stato meglio. Se per ragioni a noi non note vorranno farlo a Cernusco, va bene lo stesso». Numerosi, come detto, gli episodi in cui la mancanza di un terzo binario ha bloccato la linea. Tra i casi più clamorosi quello dello scorso mese a Calolziocorte, quando un merci ha mandato in tilt la circolazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA