Su il sipario: musica e arte protagoniste

“Palco Libero” trasloca e rilancia

In piazzale Bertacchi dall’11 maggio al 4 giugno spazio a chi vorrà esibirsi. Cotelli: «Vogliamo intercettare il bisogno di esprimersi di giovani e meno giovani».

Su il sipario: musica e arte protagoniste “Palco Libero” trasloca e rilancia
L’iniziativa Palco Libero trasloca in piazzale Bertacchi

Dopo aver accompagnato la rinascita di piazza Cavour, “Palco Libero”, la manifestazione promossa dall’amministrazione comunale di Sondrio, torna quest’anno per la sua quarta edizione confermando i punti cardine della sua proposta, ma cambiando location e trasferendosi in piazzale Bertacchi con l’intenzione di accompagnare in maniera positiva anche la nuova vita della zona pedonale nelle vicinanze della stazione ferroviaria.

Dall’11 maggio al 4 giugno verrà allestito un palco proprio nella zona pedonale Bertacchi e, ogni settimana dal giovedì alla domenica, dalle 18 alle 21 chiunque vorrà potrà esibirsi cantando, danzando o rendendosi protagonista di una qualsiasi performance dal vivo che rientri nella categoria delle “arti performative”: per ogni serata, condizioni climatiche permettendo, sono previsti due “turni”, il primo dalle 18 alle 19,30 e il secondo dalle 19,30 alle 21.

Tutti i soggetti o i gruppi interessati a esibirsi nelle serate di “Palco Libero” dovranno compilare l’apposito modulo e consegnarlo all’ufficio eventi del Comune di Sondrio di palazzo Martinengo fino a 72 ore prima dell’esibizione stessa.

Il calendario delle performance di “Palco Libero” verrà via-via aggiornato sul sito del Comune di Sondrio nella sezione Eventi e inoltre verranno allestiti in città tre totem, per la comunicazione e la promozione dell’iniziativa, in piazzale Bertacchi, piazza Campello e a palazzo Martinengo oppure in via Dante. Una promozione che avviene già in questi giorni anche grazie alle locandine realizzate da Angelo Forzatti.

Partner di “Palco Libero” sono l’Avis comunale di Sondrio, che può contare su tremila donatori, il Club Moto Storiche, che cercano, come hanno sottolineato i rispettivi presidenti Antonio Bettinelli e Arnaldo Galli, di veicolare il loro messaggio e condividere la loro passione soprattutto con i giovani, Veteran Car e il gruppo dei commercianti della zona Bertacchi.

«Palco Libero - ha sottolineato l’assessore alla cultura del Comune di Sondrio Marina Cotelli - è la manifestazione che dà avvio all’estate sondriese. L’iniziativa nasce dalla volontà di ricavare spazi liberi, fruibili e a costo zero per chiunque voglia proporre un’esibizione live. Vogliamo intercettare il bisogno di esprimersi di giovani e meno giovani e anche gli orari scelti sono non soltanto rispettosi di chi vive e lavora nella zona, ma ideali perché la gente ha tempo di sedersi, ascoltare e rilassarsi e i negozi sono ancora aperti».

L’organizzazione delle esibizioni e la copertura dei costi, infatti, saranno a carico dell’amministrazione comunale, mentre chi ne avesse bisogno potrà rivolgersi al centro musicale di Giuliano Motta per il noleggio delle attrezzature a prezzi favorevoli.

«La musica e l’arte - ha evidenziato Vincenzo Robustelli, referenti dei commercianti della zona Bertacchi - sono il fulcro dell’attività di una piazza e la piazza deve essere un luogo d’incontro di persone, non un cimitero di auto». I commercianti di piazzale Bertacchi, inoltre, posteranno sulla loro pagina Facebook “Zona Bertacchi” notizie, foto e video sulle varie serate di “Palco Libero”.

Non soltanto “Palco Libero”: i commercianti della zona Bertacchi, infatti, si stanno adoperando per portare a Sondrio un’iniziativa che sta spopolando in molte città del mondo e che ha come protagonista sempre l’arte e, in particolare, la musica.

Stiamo parlando di “Suonami”, idea grazie alla quale viene posizionato uno strumento musicale, di solito un pianoforte, ma non solo, in stazioni ferroviarie o della metro o negli aeroporti e viaggiatori o semplici passanti possono suonare lo strumento stesso in qualsiasi momento della giornata regalando esibizioni, spesso pure di alto livello, e soprattutto emozioni a chiunque si trovi nelle vicinanze. Per l’appunto, ora l’idea dei commercianti di piazzale Bertacchi è quella di portare l’iniziativa nella nuova piazza pedonale del capoluogo di provincia: «Ci siamo già attivati - ha spiegato il referente dei commercianti Vincenzo Robustelli - inoltrando domanda al Comune di Sondrio e un’apposita richiesta alla Siae e prendendo contatti pure con l’Accademia musicale e la Scuola Civica. C’è anche un’organizzazione che si occupa dell’iniziativa “Suonami” a livello nazionale e in futuro sarebbe bello estendere proprio questa iniziativa a tutta la città, posizionando diversi strumenti nelle varie zone del capoluogo». Il primo approdo di “Suonami” a Sondrio potrebbe avvenire il 27 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA