Studentessa spintonata
e presa a calci

Il preside del Fiocchi:
«Voglio la verità»

Il docente rischia una denuncia per abuso di strumenti di disciplina e correzione - Adesso è in malattia per un mese. Già inviata una prima relazione al provveditore

Studentessa spintonata e presa a calci Il preside del Fiocchi: «Voglio la verità»

Calci e strattoni ad una studentessa. Nei guai un docente dell’istituto Fiocchi che insegna materie tecniche.

Il dirigente dell’istituto, Walter Valsecchi ha deciso di aprire un’indagine interna.

«Ho parlato con la studentessa, con il docente e con i compagni di classe. Ho stilato una relazione che ho inviato al provveditore Tiziano Secchi. Nel corso della prossima settimana convocherò un consiglio di classe straordinario nel coso del quale analizzeremo la questione, poi passerò ai provvedimenti».

Il docente rischia una denuncia per abuso di strumenti di disciplina e correzione. Sempre che la versione della studentessa venga confermata.

Nel frattempo l’insegnante è in malattia per un mese.

«Dal racconto di quei compagni di classe che hanno visto la scena emergono alcune discordanze - fa notare Valseccchi - altri non hanno visto nulla. Tutto si è svolto in pochi minuti. Era l’ultima ora di lezione dello scorso 27 ottobre. Mancava poco al suono della campanella, la ragazza ha chiesto di poter uscire, il docente le ha risposto di aspettare qualche minuto che stava per suonare. La studentessa si è alzata dal banco e si è avviata verso la porta. Ora dobbiamo stabilire con precisione cosa sia successo nei minuti seguenti».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola stamattina, 23 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA