Sharebot guarda

al mercato tedesco

In fiera a Erfurt, la start up di Nibionno punta ad entrare nel mercato delle piccole imprese

Sharebot guarda al mercato tedesco
Andrea Radaelli di Sharebot

LECCO

Sharebot.De, l’iniziativa della Sharebot di Nibionno per entrare nel mercato delle piccole e medie imprese tedesche, ha cominciato la sua attività con la presentazione ufficiale, tenuta al New FabLab Berlin.

Il debutto di Sharebot.De avverrà la prossima settimana, da mercoledì 10 a giovedì 11 al FabCon 3.D di Erfurt. La fiera è una delle principali esposizioni tedesche di settore, tra le prime, nel 2013, ad aprire le porte ai consumatori privati e alle prime start-up. A Erfurt, Sharebot.De sarà presente all’evento con tutti i prodotti in commercio: Voyager, la prima stampante Dlp dell’azienda brianzola, Xxl, Ng, Kiwi-3d e l’intera gamma di filamenti (Pla, Abs, Tpu e Nylon). La Sharebot (il marchio unisce share: condivisione, e bot, di robot) di Nibionno produce stampanti 3D, e occupa 23 persone che hanno un’età media inferiore ai 35 anni. La storia della start up brianzola è, cominciata nell’autunno del 2013, con la costituzione della società a responsabilità limitata. I soci della ditta sono: Andrea Radaelli, Matteo Abbiati, Arturo e Ambrogio Donghi e Cristian Giussani.

Il seme da cui nasce Sharebot è stato piantato tra fine 2010 e inizio 2011, in un garage dove Andrea Radaelli sviluppa e applica il suo interesse per le macchine a controllo numerico. La curiosità lo spinge ad esplorare il mondo delle stampanti 3D. Ha raccontato Radaelli: «È nato tutto dalla mia passione per la tecnologia e la capacità di lavorare con macchine a controllo numerico. La prima stampante l’ho realizzata a casa, quasi per gioco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA