Rodacciai, borse di studio  ai figli dei dipendenti
I ragazzi premiati con il direttore delle risorse umane Mauro Califano

Rodacciai, borse di studio

ai figli dei dipendenti

Sedici borse di studio ai figli dei dipendenti, è il premio di Rodacciai, azienda leader nella produzione di acciaio per l’industria, per i ragazzi che si sono distinti negli studi

LECCO

Sedici borse di studio ai figli dei dipendenti. È il premio di Rodacciai, azienda leader nella produzione di acciaio per l’industria, per i ragazzi che si sono distinti negli studi. Sono sedici i figli dei dipendenti delle sedi di Bosisio Parini e Sirone, studenti delle superiori e dell’università, che venerdì hanno ricevuto la borsa di studio.

L’occasione è stata Young, il salone della formazione, università e lavoro per i giovani, organizzato da Lariofiere a Erba. Il premio, intitolato alla memoria del fondatore dell’azienda, Giuseppe Roda, prevede, oltre alla borsa di studio, anche un diploma al merito e un testo, consegnato ai ragazzi, con i comportamenti in campo economico: «Non poteva esserci contesto migliore per premiare l’impegno dei nostri ragazzi - è il commento di Mauro Califano, direttore delle risorse umane dell’azienda - In un momento in cui l’industria attraversa una fase di grandi trasformazioni nel segno dell’innovazione tecnologica, sono sempre più specifiche le competenze richieste dalle aziende e le nuove generazioni sono chiamate a un ruolo da protagoniste. Diventa quindi fondamentale accompagnare i giovani, sostenere il loro percorso, affinché possano trovare il compimento delle proprie aspirazioni professionali e siano messi in condizione di offrire il loro prezioso contributo allo sviluppo del nostro territorio».

Ai ragazzi, dieci provenienti dalle scuole superiori e sei iscritti all’università, è stata data la possibilità, in occasione della consegna dei premi, di incontrare due esperte della Società Etjca.

Le professioniste hanno fornito ai giovani indicazioni sulla stesura del curriculum e sul comportamento da tenere durante un colloquio di lavoro. I premiati delle scuole superiori sono Valentina Proserpio, Mattia Canali, Valentina Rifici, Susanna Roda, Alessandro Corneli, Simone Mason, Aurora Guarino, Marta Masullo, Carlotta Scialò e Alessia Mambretti. Gli studenti universitari che hanno ricevuto la borsa di studio sono Monica Bazzi, Carlo Viganò, Camilla Colombo, Maria Bianco, Simone Sola e Gaia Savelli. Sempre in ambito formazione e scuola, Rodacciai ha promosso l’evento “Roadjob – Industry 4.0 – il mondo del lavoro in un giorno”, con imprese, scuole e istituzioni che si sono incontrate, nei giorni scorsi, nel Polo lecchese del Politecnico di Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA