Riesce a fuggire uno

degli assassini di Vik

Mahamud-al-Salfiti ha approfittato di un permesso:

si pensa possa essere in Siria arruolato nell’Isis

Riesce a fuggire uno degli assassini di Vik
Vittorio Arrighoni, ucciso nell’aprile 2011

Ha approfittato di un permesso a lui concesso in occasione del digiuno del Ramadan per lasciare la Striscia di Gaza. E si teme che ora possa aver trovato riparo in Siria, per unirsi ai terroristi dell’Isis.

E’ fuggito dai territori al confine con Israele Mahmud al-Salfiti, uno dei palestinesi condannati inizialmente all’ergastolo per aver ucciso, nell’aprile 2011, l’attivista italiano Vittorio Arrigoni.

Ad affermarlo è l’agenzia di stampa locale Akhbar Falastin, dall’area in cui Arrigoni, figlio di Egidia Beretta, ex sindaco di Bulciago - il paese dove, dopo il rimpatrio della salma, si svolsero i funerali - operava come pacifista e giornalista. Da Hamas finora non è giunto alcun commento.

L’articolo su La Provincia di Lecco del 24 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA