Psicosi da virus in Svizzera «Controlliamo i frontalieri»

Psicosi da virus in Svizzera
«Controlliamo i frontalieri»

La proposta di un deputato di destra al Consiglio di Stato ticinese.

In Svizzera si iniziano ad evocare misure restrittive nei confronti dei frontalieri italiani, dopo i casi di coronavirus registrati nel Nord Italia, e in Lombardia in particolare.

Il deputato della formazione di destra dell’Udc, Tiziano Galeazzi, in un’interpellanza al Consiglio di Stato ha chiesto se sia possibile sottoporre i frontalieri a controlli della temperatura al confine con l’Italia. Lo riferisce l’agenzia di stampa svizzera Ats.


© RIPRODUZIONE RISERVATA