Peronese

non è più

in rianimazione

Ma resta grave

È uscito dalla rianimazione ed è ora ricoverato nell’unità coronarica dell’ospedale Sant’Anna il notaio Francesco Peronese, colto da un grave malore venerdì sera al termine dell’allenamento nella sede della Cannottieri Lario. Le condizioni del presidente della società dei Palchettisti del Teatro Sociale di Como restano comunque molto serie e i medici non hanno sciolto la prognosi.

A causare il malore, secondo gli accertamenti compiuti dai cardiologi del Sant’Anna, non sarebbe stato un infarto, ma una grave aritmia che ha causato un arresto cardiaco. Decisivo per salvare la vita a Peronese è stato l’intervento di Maurizio Ballabio e di Paolo Mariani, che quando venerdì sera hanno trovato il notaio riverso a terra negli spogliatoi hanno immediatamente attivato uno dei defibrillatori donati alla Canottieri Lario dall’associazione Comocuore. Il resto l’hanno fatto i soccorritori del 118 e il personale della rianimazione e della cardiologia del Sant’Anna. Le condizioni di Peronese restano stazionarie, e quindi gravi, ma si continua a sperare in un miglioramento.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA