Pasquetta con rave party

Consonno, arrivano i carabinieri

Ieri era il giorno della tradizionale festa nella frazione abbandonata di Olginate

Fuoriprogramma e controlli ma nessuna denuncia, la pioggia ha calmato tutti

Pasquetta con rave party Consonno, arrivano i carabinieri
Carabinieri in azione per porre freno a uno dei tanti rave party organizzati in questi anni a Consonno

Doppia festa a Consonno, ma una era abusiva.

Il maltempo non ha fermato la tradizione di questi ultimi anni, che vuole la collina come meta ideale per la classica gita fuori porta del lunedì di Pasquetta, grazie agli eventi organizzati dall’associazione “Gli Amici di Consonno”. Ma lunedì, oltre alla festa che si è svolta in versione ridotta, a causa del freddo e del maltempo, i volontari e i primi visitatori si sono ritrovati anche una trentina di giovani che attrezzati con camper e mega casse per la musica, avevano pensato bene di organizzare una sorta di rave party.

Sono state infatti le prime persone a salire ieri mattina a Consonno, a segnalare ai carabinieri della stazione di Olginate la presenza di una trentina di giovani che, organizzati con camper e attrezzatura per la diffusione della musica. I giovani, arrivati probabilmente nella tarda serata della domenica di Pasqua, stavano organizzando una sorta di rave party o comunque una festa non autorizzata. Per questo Carabinieri di Olginate hanno dato il via intorno alle 11.30 a un servizio di controllo nella zona.

Sono state identificate 27 persone, tutti giovani residenti in provincia di Lecco, ma c’era anche qualche straniero, di cui circa la metà risultava già nota alle forze dell’ordine, proprio per questioni come invasione di terreni ed edifici, segnalazioni tipiche dei frequentatori abituali di rave party. Il controllo è terminato alle 13, non sono stati trovati stupefacenti e al momento non sono scattate denunce procedibili d’ufficio.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 22 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA