Monte Rotondo  La messa in quota  dell’arcivescovo
Premana, il pellegrinaggio dell’arcivescovo di Milano. Foto di Alessia Bergamini

Monte Rotondo

La messa in quota

dell’arcivescovo

Premana: tanti i fedeli saliti a 2.500 metri in pellegrinaggio con l’arcivescovo

Un magnifica giornata di sole ha accompagnato l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini nella visita sui monti di Premana in occasione della tradizionale festa del Monte Rotondo.

Ed è stata pure intensa, iniziata di buon mattino poiché il prelato ha raggiunto in jeep la località Soroden, per iniziare il lungo ed impegnativo cammino fino ai 2.496 metri di altezza, dove dal 1987 c’è la statua della Madonna, Madre del Redentore e Regina delle valli.

Ogni 12 agosto viene celebrata la messa in onore della Vergine e quest’anno, dopo la sospensione del 2020 per la pandemia, è stato monsignor Delpini, in tarda mattinata.

Finita la messa, è iniziato il lungo cammino di ritorno verso l’alpe Fraina dove c’è stato il canto del vespero in occasione dei trentacinque anni della posa della croce sul monte Colombana, un’altra delle cime che costellano il confine tra Premana e la Valtellina.

Successivamente, scendendo all’alpe Rasga, un altro momento di preghiera, questa volta al “giargiol”, la cappelletta, eretta novanta anni fa.
M. Vas.


© RIPRODUZIONE RISERVATA