Mandello, La Moto Guzzi vuole crescere  Via ai lavori per la nuova fabbrica
Il rendering del progetto della nuova fabbrica Guzzi

Mandello, La Moto Guzzi vuole crescere

Via ai lavori per la nuova fabbrica

Entro la fine dell’anno aperto il cantiere destinato a raddoppiare la produzione

In prospettiva 40mila mezzi all’anno e nuove assunzioni. Il sindaco: «Una risorsa per il paese»

Tutto sta procedendo come vogliono le due parti, la Moto Guzzi e l’Amministrazione Comunale, per il rinnovo della gloriosa fabbrica di moto che quest’anno ha festeggiato i cento anni di storia.

Ma la cosa più importante è che le due parti stanno trovando un importante accordo per cominciare (si spera) entro la fine del 2021 con i primi lavori all’interno dell’azienda di via Parodi.

Il progetto

Il progetto illustrato dalla proprietà di Piaggio con Roberto e Michele Colaninno a Mandello a settembre durante la presentazione della nuova moto, la prima nella storia della casa raffreddata a liquido, sembra rispettare i tempi burocratici per stare al passo con gli obiettivi. Nella nuova fabbrica si vuole raggiungere la produzione di 40 mila moto l’anno, oltre il doppio di quelle vendute quest’anno, in una stagione davvero d’oro per la casa dell’Aquila, dove gli addetti sono circa 200 a cui vanno aggiunti gli 80 circa interinali. Il progetto di rifacimento della nuova Moto Guzzi si dovrebbe chiudere entro il 2025. «Quasi a cadenza settimanale ci sono incontri con l’azienda per avvicinarci piano, piano a quello che è l’inizio dei lavori- spiega il sindaco guzzista di Mandello Riccardo Fasoli- gli incontri si susseguono anche perché da entrambe le parti si vogliono rispettare i tempi. Il cronoprogramma ha un’importanza fondamentale e la priorità su tutto, così posso anticipare che i primi siti interessati saranno gli uffici, la mensa e il luogo dove vengono assemblate le motociclette. Ma è ovvio che noi vogliamo anche lavorare per avere certezze sui parcheggi e sulla viabilità nel nostro comune- prosegue Fasoli- perché tutto risulterebbe più facile per l’immenso lavoro che si dovrà fare in quattro anni circa. Comunque il progetto di rinnovamento dell’azienda è una vera opportunità sia per Mandello e la sua comunità tanto quanto per la Piaggio che è proprietaria del marchio Moto Guzzi.»

L’espansione della fabbrica porterà a nuove assunzioni, a nuove strategie di mercato e a nuovi modelli di moto, un vero business questo luogo.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola martedì 16 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA