Lo sci è in ginocchio: «Imposte sospese   e mutui a tasso zero»
In crisi anche i cannoni che sparano la neve: in quota è troppo caldo

Lo sci è in ginocchio: «Imposte sospese

e mutui a tasso zero»

Federfuni deposita la richiesta di stato di calamità e chiede al Governatore Maroni un incontro urgente: «Vogliamo interventi simili a quelli erogati nel 1990»

Lo avevano annunciato e ieri lo hanno fatto. I soci di Federfuni hanno chiesto di dichiarare lo stato di calamità naturale per mancanza di neve.

«Non si poteva attendere oltre - precisa Arnaldo Soncelli, vicepresidente Federfuni e responsabile della stessa in Lombardia -.Abbiamo chiesto interventi simili a quelli già adottati nel 1990, quando si presentò una situazione analoga all’attuale, ma più duraturi nel tempo, in termini di sospensione di pagamenti di imposte e contributi, accesso alla cassa integrazione per i dipendenti fissi, definizione di un’indennità di disoccupazione straordinaria per gli stagionali. Parimenti abbiamo chiesto la costituzione di un tavolo di concertazione col sistema bancario per poter ottenere una proroga dei mutui con tasso zero e con durata triennale, e, pure, abbiamo chiesto l’intervento presso il Governo per l’approvazione della proposta emendativa contenuta nella Legge di Stabilità, ma non recepita dalla Commissione Bilancio».

Leggi l’approfondimento su La Provincia di Sondrio in edicola domenica 20 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA