Lecco. Il ventilatore salvavita  presentato a Mattarella
La centralina di comando di MVM, Milano ventilatori meccanici

Lecco. Il ventilatore salvavita

presentato a Mattarella

Ideato da un pool di scienziati e premi Nobel con la collaborazione di più istituti universitari - È stato sviluppato in pieno lockdown da Elemaster

Il progetto “MVM – Milano Ventilatori Meccanici”, nel cui sviluppo Elemaster ha avuto un ruolo fondamentale, è stato presentato nei giorni scorsi al presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2021/2022 all’Università degli Studi della Bicocca. Un progetto che lo scorso anno, nel pieno della pandemia e nei mesi successivi, ha permesso di salvare tantissime vite, venendo distribuito a livello internazionale.

Come ha spiegato la stessa Elemaster, si tratta di «un progetto rivoluzionario, nato dallo sforzo di un pool di scienziati e istituti di ricerca provenienti da tutto il mondo, tra cui Cristiano Galbiati - professore di Fisica alla Princeton University - e Art McDonald - Premio Nobel per la Fisica nel 2015 -, sviluppato presso la sede centrale di Elemaster Group. Siamo orgogliosi di aver collaborato con Oscar Putignano e Matteo Kushoro di Università degli Studi di Milano-Bicocca ed Emanuele Rezzoagli di Unimib/Ospedale San Gerardo, nella lotta al Covid19».

“MVM” è un innovativo dispositivo per la respirazione assistita sviluppato grazie a questa collaborazione internazionale a partire dalla primavera del 2020 che consente diverse modalità di ventilazione nei soggetti con difficoltà respiratorie come quelle indotte appunto dal Covid 19. Caratterizzato da un design semplice, basato su componenti di facile reperibilità sul mercato (elemento decisivo lo scorso anno, quando persino mascherine e igienizzante alcolico sono stati per settimane difficili da trovare), MVM è stato realizzato in poco più di un mese durante il lockdown per far fronte alla drammatica carenza di respiratori quando è scoppiata l’emergenza sanitaria.

Dopo aver ottenuto la certificazione di emergenza, a maggio 2020, dell’americana Fda (Food and drug administration), il ventilatore meccanico semplificato ha avuto il via libera dalla Health Canada, il dipartimento del governo canadese responsabile della politica sanitaria del Paese. Un passaggio che ha portato già lo scorso anno alla richiesta di fornitura di 10mila ventilatori meccanici per sostenere la mobilitazione nazionale nella lotta alla pandemia di Covid.

Nei giorni scorsi, quindi, Elemaster è stata protagonista di un altro intervento dedicato alla popolazione. L’azienda ha infatti supportato la realizzazione del primo giardino sensoriale di Lomagna, al centro anziani di Corte Busca, luogo di incontro intergenerazionale. «Un simbolo di speranza e fiducia nel futuro. Con la convinzione che la responsabilità sociale e la vicinanza ai bisogni del territorio sia intrinseca all’essere impresa, fin dall’inizio ho creduto fortemente in questo progetto nato a completamento del centro Polifunzionale Corte Busca, che aveva a suo tempo già avuto la nostra azienda fra gli sponsor principali», ha evidenziato Rosella Cogliati, vicepresidente della società.


© RIPRODUZIONE RISERVATA