I profughi anche a Gerola  C’è una nuova struttura
Gerola Alta, panoramica

I profughi anche a Gerola

C’è una nuova struttura

Sono tre giovani della Costa D’Avorio che erano già in Valtellina.

Una struttura di accoglienza gestita da una srl, che ad oggi ospita tre migranti, è attiva da pochi giorni a Gerola. Da una settimana circa un edificio di recentissima ristrutturazione, a pochi passi dalla piazza del paese, vede la presenza di tre giovani della Costa d’Avorio che sono i primi ospiti della società che fa capo a un imprenditore della Bassa Valle che si è fatto carico di un progetto di accoglienza.

«L’avvio di questa attività è recentissima - dicono dalla prefettura - e conta ad oggi tre ospiti che provengono da altre strutture provinciali. La capacità di accoglienza di questo spazio di Gerola, che si presenta più che adeguato a rispondere alle necessità del caso, è in totale di 20 persone. Ad oggi non sono stati registrati nuovi arrivi e quindi non c’è necessità di dare alloggio ad altri profughi ma come per le altre strutture utilizzate in provincia di Sondrio, anche con questa è in vigore una convenzione che ne regola anche l’accesso.

A breve, inoltre, sarà emesso il bando, che ha cadenza annuale, attraverso il quale la prefettura può ricevere la disponibilità a progetti di accoglienza. A queste strutture aderenti al bando spetta la priorità nell’assegnazione dei migranti in arrivo». L’imprenditore proprietario della struttura di Gerola si è rivolto alla cooperativa Ippogrifo di Sondrio per la promozione di iniziative di integrazione sociale, attività di accompagnamento e altre iniziative di inserimento nella realtà locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA