Erba, il presidio Anpi contro il podestà  «Non si può riscrivere la storia»
In piazza Prepositurale si sono radunate le persone che hanno aderito all’appello dell’Anpi contro l’intitolazione di una strada all’ex podestà Alberto Airoldi (Foto by Bartesaghi)

Erba, il presidio Anpi contro il podestà

«Non si può riscrivere la storia»

La mobilitazione si trasforma in una festa a seguito della decisione di ritirare la mozione per l’intitolazione della strada ad Alberto Airoldi

Duecento persone in piazza Prepositurale nella serata di lunedì 15 luglio, davanti all’ingresso del municipio mentre era in corso il consiglio comunale, per festeggiare il ritiro della mozione dei gruppi di maggioranza che chiedeva di intitolare una via al podestà Alberto Airoldi. L’appello lanciato da Anpi Monguzzo, Pd, sindacati, gruppi e associazioni di Erba e del Comasco ha colto nel segno. I manifestanti avevano annunciato il presidio giorni fa, proprio per contrastare la proposta di intitolazione della via al podestà, ma i consiglieri di maggioranza - su richiesta del sindaco - hanno ritirato la proposta. «Il presidio ha assunto quindi un significato diverso - ha detto l’organizzatore Marcello Molteni - ci siamo ritrovati per festeggiare e per ricordare a tutti che non si può riscrivere la storia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA