Erba, furto al mattino in viale Prealpi  Casa devastata, via con soldi e gioielli
La porta semidistrutta dai ladri (Foto by Stefano Bartesaghi)

Erba, furto al mattino in viale Prealpi

Casa devastata, via con soldi e gioielli

Ieri il colpo sopra l’ex videoteca ai danni di una famiglia di origine cinese. L’allarme lanciato da una vicina: «Hanno frugato persino nel frigorifero e nel freezer»

Hanno scassinato la porta in pieno giorno, hanno messo tutto a soqquadro e se ne sono andati con soldi in contanti e qualche gioiello.

Ieri mattina i ladri hanno colpito in viale Prealpi, in un appartamento al secondo piano sopra l’ex videoteca Kolossal abitato da una famiglia di origine cinese: al momento del furto, i genitori e i tre figli si trovavano fuori casa.

L’episodio è stato denunciato ai carabinieri di Erba e segue di pochi giorni l’incursione in una palazzina di via Leonardo da Vinci abitato da una signora anziana. A raccontare l’accaduto è la proprietaria dell’immobile in cui risiede la famiglia cinese.

«Io abito nella stessa palazzina - racconta la donna - e a metà mattina ero in casa quando mi ha telefonato una vicina per dirmi che sentiva dei rumori provenire dall’appartamento».

In questi giorni ci sono lavori in corso al piano terra, negli spazi occupati fino a poche settimane fa dalla videoteca Kolossal: «Ho pensato che i disturbi fossero legati al cantiere, si sente spesso e volentieri il trapano. Ma la signora mi ha detto che i rumori provenivano dall’interno della casa: così ho telefonato all’inquilina».

La famiglia vittima del furto è composta da madre, padre e tre figli. «Ho chiesto alla donna se per caso i suoi figli fossero in casa, ma mi ha risposto che si trovavano regolarmente a scuola mentre lei e il marito erano al lavoro. Le ho suggerito allora di chiamare i carabinieri e di tornare subito a casa, qualcosa non andava».

I sospetti erano fondati e le forze dell’ordine, una volta contattate, sono subito arrivate. «La porta era scassinata. All’interno non c’era più nessuno, ma tutto era stato messo sottosopra. Hanno cercato perfino in frigorifero e in freezer, come se avessero nascosto lì dei preziosi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA