Erba è costretta a fare 220 spettacoli  per non perdere i soldi della Regione
Il gruppo del Giardino delle Ore nella futura sala spettacoli dell’ex tribunale

Erba è costretta a fare 220 spettacoli

per non perdere i soldi della Regione

Lavori all’ex tribunale, ma i fondi sono vincolati al numero di eventi organizzati all’anno

Per non perdere soldi la città di Erba sarà costretta a divertirsi.

Una volta terminata la trasformazione dell’ex sala udienze del tribunale in una sala polivalente per spettacoli, il Comune dovrà garantire l’organizzazione di 220 eventi all’anno che andranno puntualmente rendicontati a Regione Lombardia: in caso contrario da Milano potrebbero decurtare parte del finanziamento concesso alla città.

Un situazione paradossale che alimenta qualche preoccupazione.

«In effetti - spiega il dirigente Daniele Fabbrocino, che ha seguito la pratica sin dall’inizio - il finanziamento regionale ottenuto dal Comune di Erba comporta un vincolo sull’organizzazione degli spettacoli. Andranno organizzati e rendicontati 220 eventi all’anno: una parte di queste manifestazioni saranno garantite dai partner che hanno presentato il progetto insieme alla passata amministrazione comunale (a partire dal gruppo teatrale Il Giardino delle Ore, ndr), per le altre dovrà darsi da fare il Comune».

Nelle prossime settimane l’amministrazione comunale incontrerà Il Giardino delle Ore e altre associazioni cittadine per organizzare il programma: il gruppo teatrale potrebbe coprire 120 serate, le altre cento sono affidate alla fantasia del Comune.


© RIPRODUZIONE RISERVATA