Cosa farà Rapinese? Dalle tasse allo sport ecco le sue promesse

Il programma Il piano di 5 anni riassunto in 27 pagine. Primo punto i parcheggi con nuove strutture e sconti e l’ultimo guarda oltre alla “big Como” con altri Comuni

Cosa farà Rapinese? Dalle tasse allo sport ecco le sue promesse
Alessandro Rapinese la notte della vittoria elettorale al ballottaggio di domenica scorsa

Il primo punto ad essere stato realizzato è a pagina 8 del suo programma elettorale (per la precisione il 5.4) che prevede testualmente che «i politici e i dirigenti comunali non avranno più parcheggi gratuiti a Palazzo Cernezzi. Così capiranno che a Como i parcheggi sono un problema e che al problema parcheggi bisogna fornire risposte. Se non lo vivi come fai a risolverlo?».

Di impegni e promesse nel suo piano di mandato, riassunto in 27 pagine e 40 capitoli e consegnato legato con il tricolore, il neosindaco Alessandro Rapinese ne ha presi parecchi con la città. Qui ne riassumiamo alcuni.

Parcheggi

Entro i primi 100 giorni avviare gli iter per creare mille nuovi posti auto (Ticosa, Ex Stecav) oltre a Tavernola e Muggiò. Previsti sconti per la sosta dei residenti e tariffe specifiche per chi va nelle strutture sanitarie e per i lavoratori.

Asili Nido

Alla gestione diretta del Comune aggiungerà due modalità indirette (strutture educative comunali affidate in gestione a terzi e asili nido privati convenzionati). Sarà creato il servizio “Tata accrediTata”.

Pulizia e rifiuti

Assunzione di 18 netturbini extra e stop al nuovo bando rifiuti che sarà modificato anche per zone e orari. Più cestini (anche per la raccolta differenziata) e più frequenza di svuotamento. Collaborazione con le associazioni (come Per Como pulita). Raccoglitori di mozziconi di sigarette (tutti uguali) fuori da ogni negozio.

Segnalazioni

Centralino esternalizzato e segnalazioni dei cittadini monitorate fino alla soluzione del problema. Sito internet potenziato. Agenda on line per prendere appuntamento con il sindaco.

Anziani

Assistenza per chi non è autosufficiente. Corsi e laboratori, nuovi centri diurni nei quartieri. Aiuto per chi ha problemi con la gestione di pratiche pubbliche.

Ticosa e Santarella

Parcheggio con copertura a pannelli solari. La ex centrale termica diventerà uno spazio espositivo, per incontri, commerciale...

Patrimonio

Il capitolo più lungo (quasi due pagine). Vendita immobili non strategici e ricavi vincolati alla ristrutturazione di altri edifici comunali. Tutti gli immobili on line con foto, descrizione, ecc. Cita impianti sportivi, case comunali, palestre, Politeama (per prima cosa acquistare tutte le quote per procedere alla ristrutturazione) e mercato coperto (concludere i lavori e spazio a slow food e km zero).

Impianti sportivi

Concessioni lunghe alle società sportive per consentire interventi sulle strutture. Per lo stadio concessione lunga e riqualificazione della zona da parte del privato. Per la piscina di Muggiò summit urgente entro 10 giorni per metterla rapidamente in funzione. Gestione a Csu. Per lo stadio del ghiaccio progetto di adeguamento e nuovo palazzetto del ghiaccio a Muggiò.

Verde

Nuovo contratto Global che comprenderà anche la gestione dei parchi gioco (ne verranno creati anche di nuovi), dei bagni pubblici, pulizia e manutenzione area cani. «Il verde a Como non sarà più un optional. Sarà parte della bellezza della nostra città e, pur di averlo in eccellenti condizioni, investiremo così tanto da rimanere al verde».

Tasse e partite Iva

Perseguire l’evasione, Tari in primo luogo. Riduzione dell’Irpef dello 0.1% finché ci sarà avanzo di bilancio non speso per i servizi alla città. Creazione ufficio unico delle partite Iva dove sbrigare le pratiche.

Sicurezza

Nuovo servizio con vigili a piedi nei quartieri per garantire sicurezza e raccogliere segnalazioni. Via venditori abusivi, mendicanti e segnalazione alle autorità di clandestini.

Cantieri stradali

Lavori pubblici e privati da coordinare e non autorizzati durante orari di punta e giornate da bollino rosso.

Cultura

Gestione del patrimonio culturale a una fondazione con struttura manageriale. Palazzo Natta casa della cultura con parte della collezione civica e sale studio. Collaborazione con le associazioni per gli eventi.

Turismo

Infopoint in zona centrale e orari adeguati. Sistemazione dei percorsi neoclassico, romanico, razionalista, undeground e nella natura. Ampliamento area camper di Tavernola. Nuovi attracchi a lago e più licenze Ncc-boat.

Big Como

Obiettivo 2027 dopo «aver trasformato Como in un Comune modello»: chiedere «alle amministrazioni confinanti di aggregarsi» e «con chi lo desidera avvio dell’iter di fusione».

Attuazione

Parla di «obiettivi chiari e ben definiti, frutto dell’esperienza di 18 anni: «Lo attueremo tutto. Dal Broletto alla periferia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA