Coronavirus: 7 regioni senza morti  La metà dei decessi in Lombardia
Un: reparto Covid (Foto by Andrea Butti)

Coronavirus: 7 regioni senza morti

La metà dei decessi in Lombardia

La protezione Civile nazionale ha reso il resoconto giornaliero dei contagi. Migliora la curva anche se il nostro territorio rimane quella in cui ci sono più contagi e più vittime

I pazienti guariti dal Covid 19 in Italia sono oltre 100 mila, ad oggi esattamente 103.031, con un incremento 4.008 rispetto a ieri. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. Venerdì i pazienti dimessi e guariti erano stati 2.747.

Le vittime per coronavirus in Italia sono salite a 30.395, con un incremento di 194 in un giorno. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. Ieri l’aumento dei morti era stato di 243 unità.

I contagiati totali dal coronavirus in Italia - vale a dire gli attualmente positivi, le vittime e i guariti - sono 218.268 con un incremento rispetto a ieri di 1.083. Ieri l’aumento era stato di 1.327.

Le persone ricoverate con sintomi in Italia per coronavirus sono 13.834, con un decremento di 802 rispetto a ieri. Sono invece 69.974 le persone in isolamento domiciliare, 2.183 in meno rispetto a ieri. I dati sono stati forniti dalla Protezione civile.

Diminuiscono anche oggi, come ormai da settimane, i ricoverati in terapia intensiva per coronavirus in Italia: sono 1.034, 134 in meno rispetto a ieri, quando il calo era stato di 143. In Lombardia sono 330, 70 meno di ieri. In Piemonte invece sono saliti di 3 unità e sono ora 143. I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile

Nel dettaglio - secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile -, gli attualmente positivi sono 30.262 in Lombardia (-1.721), 13.934 in Piemonte (-173), 7.401 in Emilia-Romagna (-329), 5.877 in Veneto (-310), 4.448 in Toscana (-144), 2.982 in Liguria (-194), 4.345 nel Lazio (+17), 3.230 nelle Marche (-8), 1.965 in Campania (-47), 830 nella Provincia autonoma di Trento (-42), 2.729 in Puglia (-4), 2.080 in Sicilia (-47), 869 in Friuli Venezia Giulia (-42), 1.676 in Abruzzo (-37), 473 nella Provincia autonoma di Bolzano (-29), 111 in Umbria (-8), 550 in Sardegna (-3), 118 in Valle d’Aosta (-5), 612 in Calabria (-7), 145 in Basilicata (-7), 205 in Molise (+21).

Quanto alle vittime, sono in Lombardia 14.924 (+85), Piemonte 3.331 (+26), Emilia Romagna 3.827 (+30), Veneto 1.643 (+16), Toscana (+7), Liguria 1.276 (+11), Lazio 553 (+4), Marche 958 (+4), Campania 388 (+2), Provincia autonoma di Trento 438 (+0), Puglia 443 (+0), Sicilia 256 (+3), Friuli Venezia Giulia 308 (+0), Abruzzo 355 (+4), Provincia autonoma di Bolzano 290 (+1), Umbria 71 (+0), Sardegna 119 (+0), Valle d’Aosta 139 (+0), Calabria 90 (+0), Basilicata 27 (+1), Molise 22 (+0).

I tamponi effettuati sono 2.514.234, con un incremento di 69.171 rispetto a ieri. Le persone sottoposte a tampone sono 1.645.076.

Sette regioni italiane e una provincia autonoma non hanno fatto registrare nuove vittime per il coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta di Molise, Calabria, Valle d’Aosta, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna e della Provincia autonoma di Trento.

Per quanto riguarda i malati - gli attualmente positivi nelle tabelle della Protezione civile -, calano ovunque tranne che nel Lazio e in Molise, dove aumentano rispettivamente di 17 e 21 unità


© RIPRODUZIONE RISERVATA