Code come a Ferragosto per il battello  «I turisti di Bellagio meritano rispetto»
La folla che ieri pomeriggio era in attesa all’imbarcadero di Bellagio

Code come a Ferragosto per il battello

«I turisti di Bellagio meritano rispetto»

Il caso Decine in attesa all’imbarcadero per non perdere uno dei pochi collegamenti

Ottobre come agosto, Bellagio vive un autunno di grandi presenze e grandi code per i battelli che però hanno visto ridotte le loro corse proprio dall’inizio del mese.

La “perla del Lario” è infatti decisamente vincolata alla Navigazione, considerando la difficoltà a raggiungerla attraverso la viabilità ordinaria.

Con il nuovo orario autunnale poi per muoversi occorre armarsi di grande pazienza. L’immagine qui a fianco è stata scattata poco dopo le 15, ma la foto è replicabile più volte nel corso della giornata.

Con il nuovo orario autunnale si sono ridotte le corse da Bellagio, il battello del centro lago è disponibile solo ogni due ore, prima ogni ora circa, e il collegamento con Lecco via lago è possibile solo nei fine settimana. L’orario è lo stesso degli altri anni, ma sono le presenze autunnali sono decisamente aumentate rispetto agli ultimi anni.

«C’è gente che resta in attesa anche dieci minuti per scendere dai battelli – spiega l’assessore al turismo Luca Leoni - Dalla Navigazione devono capire che ottobre è la coda dell’estate, non si dovevano tagliare delle corse, non è logico con questo turismo e basta verificare le prenotazioni degli alberghi per capirlo. Credo sia arrivata l’ora di un segnale forte e positivo della Navigazione, una dimostrazione della capacità di ascoltare le richieste del territorio e dei molti turisti. Invece i segnali non arrivano e se arrivano sono solo negativi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA