Centrodestra ai ferri corti

Sfumati i sogni di unità

Dopo le dichiarazioni del consigliere regionale Piazza l’onorevole Brambilla annuncia azioni legali

«Intraprenderemo un cammino con Fratelli d’Italia e Lega, Ncd si è esclusa da sola, inaccettabile»

Centrodestra ai ferri corti Sfumati i sogni di unità
1Virginia Tentori e Michela Vittoria Brambilla al banchetto l’inverno scorso di Forza Italia

E come era prevedibile sul campo del centrodestra è scoppiata la guerra civile.

Dopo le dichiarazioni particolarmente pesanti del consigliere regionale Mauro Piazza , che chiudeva la porta in faccia in maniera inequivocabile all’onorevole Michela Vittoria Brambilla, la reazione della parlamentare, che annuncia azioni legali, e del gruppo azzurro è stata immediata. Insomma ad un solo giorno dall’appello all’unità la coalizione si è disintegrata.

«Siamo lieti di raccogliere la disponibilità della Lega, espressa dal segretario cittadino Emanuele Mauri, e di Fratelli D’Italia, con il suo segretario Giacomo Zamperini. - scrivono in un comunicato l’esecutivo, il direttivo e gli amministratori di Forza Italia - Queste forze politiche condividono responsabilmente la nostra visione: occorre mettere da parte personalismi e interessi di parte o di partito, in nome della ricostruzione di un centrodestra che possa dare al territorio un governo corrispondente alla sua vocazione moderata, liberale e riformista». E fin qui gli aspetti positivi.

«Registriamo invece, per mezzo della stampa locale, il secco “no” del Ncd. - aggiungono gli esponenti di Forza Italia - Daniele Nava , infatti, continua ad esprimere giudizi negativi sul nostro partito e sul suo radicamento, mentre Mauro Piazza rilascia un’intervista che, priva di qualsiasi sostanza politica, si riduce ad un attacco, volgare e inaccettabile, alla persona del nostro commissario e quindi a tutti i militanti e gli elettori che a Lecco hanno scelto Forza Italia». E annuncia la querela.

© RIPRODUZIONE RISERVATA