Basta alle “gare di rally”   «Arrivano le telecamere»
Il parcheggio di via Plinio utilizzato per le gare non autorizzate di “rally”

Basta alle “gare di rally”

«Arrivano le telecamere»

Orsenigo: ilsindaco risponde dopo le segnalazioni per i free style motoristici in via Caio Plinio. «Dopo l’incidente di settembre non ci sono stati altri casi»

«Aumento dei controlli anche con la posa di una telecamera. In ogni caso qualsiasi segnalazione venga fatta sempre alle forze dell’ordine». Sulla questione dei rally illegali e dei free style motoristici nei parcheggi dell’area industriale di via Caio Plinio, il sindaco, Mario Chiavenna, risponde all’interrogazione della minoranza “Noi Orsenigo” e rassicura tutti: « Alcuni casi ci sono stati e le segnalazioni vanno fatte costantemente».

L’argomento, di cui almeno da un paio d’anni sistematicamente si parla in paese, è tornato di stretta attualità a settembre, quando una Fiat Panda verde si era ribaltata, dopo aver toccato, probabilmente a velocità sostenuta, uno dei cordoli del marciapiede del parcheggio. Gli stessi imprenditori della zona avevano denunciato la situazione di pericolo.

Alla minoranza, che chiedeva cosa è stato fatto e cosa si farà, il primo cittadino ha replicato: «La questione è a conoscenza dell’amministrazione comunale da circa un anno. La prima segnalazione risale al dicembre 2017. Successivamente all’incidente di settembre, non risultano altre segnalazioni. Inoltre non ci sono pervenute segnalazioni di abituali gare ed esibizioni con automobili e motocicli».

Il sindaco ha quindi sottolineato che il Comune ha preso in carico tutte le situazioni segnalate, chiedendo l’intervento degli enti preposti. Inoltre il Comune ha stanziato 40mila euro per implementare la videosorveglianza: «La prima telecamera è stata installata proprio nel parcheggio in questione, scegliendo questa come zona prioritaria. Le altre sette telecamere saranno funzionanti entro la fine dell’anno corrente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA