Auto contro il passaggio a livello  Treni fermi e traffico rallentato
A sinistra il passaggio a livello di Nigola (Foto by foto archivio)

Auto contro il passaggio a livello

Treni fermi e traffico rallentato

Teglio, un incidente ieri ha riconfermato la pericolosità degli incroci. Da tempo il sindaco Moretti si sta attivando per la chiusura delle sbarre.

Che i due passaggi a livello lungo la statale 38 a Nigola, a San Giacomo di Teglio, siano pericolosi lo afferma da mesi il sindaco di Teglio, Elio Moretti, che si sta dando da fare per chiuderne almeno uno, per l’esattezza quello “del Tornadù”. E, ieri, mattina pochi minuti prima di mezzogiorno, un nuovo incidente ha interessato uno dei due passaggi in questione, quello di fronte al panificio Bresesti dove la strada si allarga un po’. Una donna di 48 anni, che era alla guida della sua vettura in direzione di Tirano, è andata a sbattere contro un’autobetoniera che stava uscendo dal passaggio a livello. Ha urtato prima contro la gomma del mezzo pesante e poi è finita contro le sbarre poco prima che queste si abbassassero per l’arrivo del treno partito da Milano e che sarebbe dovuto arrivare a Tirano alle 12,05.

Il convoglio è rimasto fermo alla stazione di Chiuro a causa del guasto provocato al passaggio a livello da parte della vettura. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del fuoco di Sondrio, oltre all’ambulanza che ha trasportato la donna, in codice giallo, all’ospedale del capoluogo. È intervenuto anche il personale della Rete ferroviaria italiana per i doverosi controlli e rilievi.

L’auto, che per l’impatto si è gravemente danneggiata sulla parte anteriore, è stata poi rimossa dai binari. Ovviamente l’incidente ha provocato una serie di reazioni a catena sia sul traffico viabilistico che ferroviario. La statale, in orario di punta, ha subito rallentamenti, mentre la circolazione ferroviaria è stata interessata da parecchi ritardi che si sono ripercossi per tutta la giornata sui convogli. Il treno in partenza alle 13,08 da Tirano in direzione di Milano ha viaggiato con 26 minuti di ritardo, quello della 14,15 da Lecco a Colico con 15 minuti di ritardo e altrettanto per il treno delle 14,24 da Tirano per Sondrio che ha dovuto attendere nella stazione di Tresenda-Teglio-Aprica un incrocio con un altro treno della direttrice. Il sindaco di Teglio dall’ottobre scorso si sta attivando per la soppressione del passaggio a livello “del Tornadù” (chiamato così perché conduce al silos dell’impresa Tornadù) ed ha inserito nel bilancio di previsione triennale (per l’annualità 2019) la sua messa in sicurezza per un importo complessivo di 250mila euro.

Due le ipotesi che sono state ventilate negli incontri con gli enti: chiudere il passaggio a livello “del Tornadù” andando a potenziare quello di fronte al panificio Bresesti (dove ieri si è verificato l’incidente) oppure mantenere il passaggio a livello attuale realizzando una rotonda un po’ dopo, nei pressi dell’incrocio in località Fracia (in Comune di Chiuro).


© RIPRODUZIONE RISERVATA