Asfalto al Bione, fase due Domani il traffico trema
Sistemata una corsia giovedì, al Bione domani si riqualifica l’altra.

Asfalto al Bione, fase due
Domani il traffico trema

Cantieri Dopo il caos e le polemiche di venerdì, domani riprenderanno le opere di asfaltatura in via Brodolini. Valsecchi: «I lavori cominceranno alle 9 per evitare problemi al mattino. Un consiglio? Usate i mezzi pubblici»

Dopo la tensione, popolare e istituzionale, legata all’avvio dei lavori di asfaltatura di viale Brodolini, domani si replica: sistemata una corsia giovedì, al Bione si riqualifica l’altra.

Rispetto alla settimana scorsa verranno adottati diversi accorgimenti per alleggerire gli inevitabili disagi alla circolazione, ma gli utenti della strada e gli amministratori calolziesi temono un’altra giornata di passione.

Sospeso l’intervento nella giornata di venerdì, sulla scia (oltre che dello sciopero dei mezzi) delle accese polemiche scoppiate dal caos nel quale sono piombate sia la Lecco-Bergamo che la Sp72, è dunque giunto il momento di prepararsi, perché l’opera è rimasta a metà e va inevitabilmente conclusa.

Dove e quando

Sotto questo aspetto, Palazzo Bovara ha annunciato dunque la prosecuzione dei lavori a cura dell’Impresa Vitali Spa di Cisano Bergamasco, «con conseguente divieto di accesso per i veicoli nella direttrice di marcia da piazza delle Nazioni a viale Don Ticozzi (provenienza Bergamo) dalle 9 alle 19 di lunedì 2 dicembre, nel tratto compreso tra l’intersezione di viale Brodolini con via Elettrochimica e l’incrocio rotatorio di viale Don Ticozzi e piazza delle Nazioni (incrocio rotatorio che rimane interamente percorribile). Tale tratto, secondo l’andamento del cantiere, sarà percorribile a senso unico di marcia nella direttrice da viale Don Ticozzi a piazza Delle Nazioni».

Sulla questione è intervenuto l’assessore alle Opere pubbliche e alla Viabilità Corrado Valsecchi, il quale ha chiesto alla Polizia locale di garantire il proprio supporto nella gestione di una situazione di traffico particolarmente delicata.

«In primo luogo abbiamo deciso di posticipare l’avvio dei lavori - spiega - iniziando alle 9, l’ora di punta sarà superata e i disagi dovrebbero essere più contenuti. Giovedì abbiamo iniziato alle 6: questo ha probabilmente causato il tappo che poi si è faticato a smaltire. Ho inoltre chiesto alla Polizia locale l’impiego di pattuglie che vadano a favorire la circolazione, in particolare al semaforo di Villa Gomes. Se ci fossero comunque problemi non potremo fare altro, perché dobbiamo assolutamente asfaltare: il mando di viale Brodolini non garantisce al momento la sicurezza degli utenti della strada».

Le alternative

Quali quindi le possibilità alternative a disposizione degli automobilisti che temono altre ore di permanenza in auto in coda? «I mezzi pubblici rappresentano un’ottima alternativa - suggerisce Valsecchi - lo sono sempre e a maggior ragione in questa circostanza. Il traffico c’è perché siamo noi a crearlo, circolando con una persona in ciascun’auto. I treni tra Calolzio e Lecco sono un’ottima opzione, ma pure organizzarsi con auto condivise non sarebbe una cattiva idea».

In tanti proveranno a percorrere la Sp72, che comunque giovedì è a sua volta andata in sofferenza. Impossibile invece operare il senso unico alternato sulla corsia già asfaltata. Resterà il senso unico verso Vercurago perché servirà a far defluire i veicoli in uscita dalla SS36 ed evitare incolonnamenti pericolosi fin sulla super.


© RIPRODUZIONE RISERVATA