Arosio, appello di una ciclista investita  «Era con un Maggiolone ed è fuggito»
Via Santa Maria Maddalena

Arosio, appello di una ciclista investita

«Era con un Maggiolone ed è fuggito»

L’episodio martedì alle 20.30: la giovane non è grave

È riuscita a vedere l’auto che l’ha fatta cadere dalla bicicletta e che si è allontanata, senza accertarsi delle sue condizioni. E, appena rientrata a casa, ha postato sui social la descrizione, nella speranza che qualcuno la riconosca. Giulia Coppo, una giovane arosiana, è rimasta scossa da quanto le è accaduto attorno alle 20.30 di martedì:non tanto per le ferite fisiche (ha rimediato, per fortuna, solo alcune graffiature sul volto) ma per quelle “morali”.

«La persona che guidava è scappata via senza prestarmi soccorso - spiega - Senza nemmeno vedere come stessi. Ho fatto in tempo a notare il modello dell’auto, un Maggiolino di color bianco e un particolare:un adesivo che rappresentava un toro».

La giovane arosiana stava percorrendo, sulla sua bicicletta, via Santa Maria Maddalena, nel tratto che conduce dall’intersezione semaforica con la “Novedratese” verso Giussano. «Ho sentito una macchina fare un’inversione di marcia -aggiunge Coppo -.Durante questa manovra mi ha urtato nella ruota posteriore della bicicletta, facendomi cadere». Nella caduta l’arosiana si è ferita al volto. Mentre stava per rialzarsi, si è accorta che l’automobile che l’aveva fatta cadere non solo non si era fermata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA