Calolzio, minacce scritte
Smascherato da telecamere

Calolzio, minacce scritte Smascherato da telecamere
Ha scritto con il computer una lettera minatoria e l'ha fatta scivolare sotto la porta di una famiglia che abita nella frazione di Rossino a Calolziocorte. Ma tutta la zona è sotto il controllo delle telecamere di un impianto di videosorveglianza. Così per il destinatario delle minacce - si tratta tra l'altro di un ex esponente delle forze dell'ordine - è stato davvero facile esaminare le riprese e arrivare a riconoscere l'anonimo "minacciatore".
Chi ha ricevuto la lettera, però, non ha voluto denunciare subito l'accaduto ai carabinieri della locale stazione. A sua volta ha messo nero su bianco un'altra missiva e la ha indirizzata proprio a chi aveva scritto le minacce. A quest'ultimo vengono dati due giorni di tempo: o nell'arco di queste 48 ore si presenta a chiedere scusa oppure verrà denunciato per minacce aggravate

© RIPRODUZIONE RISERVATA