Valmadrera: "colletta"
per l'alloggio dei carabinieri

Caserma inadeguata, i paesi del territorio della stazione dell'Arma si autotassano per trovare la soluzione identificata in un appartamento

Valmadrera: colletta per l'alloggio dei carabinieri
I Comuni del Valmadrerese trovano casa ai carabinieri: mettono mano al portafogli e si rivolgono al libero mercato immobiliare per alloggiare i militari al di fuori della vetusta caserma di viale Promessi Sposi. Pena, perderli del tutto.
La colletta coinvolge Valmadrera, ovviamente, ma anche tutte le altre amministrazioni il cui territorio rientra nel perimetro affidato al presidio cittadino dell’Arma; fortunatamente è pur sempre Valmadrera la località dove la ricerca è approdata ed è stato infine trovato uno appartamento adatto. A pagare saranno invece tutti: il distretto è costituito dai comuni di Cesana, Civate, Malgrate, Oliveto Lario, Suello e Valmadrera. «L’Arma - sottolinea il sindaco, Marco Rusconi - svolge ovviamente un ruolo essenziale ed insostituibile di ordine pubblico e sicurezza. Merita ogni attenzione, da parte nostra. S’è deciso così d’affittare un appartamento da destinare esclusivamente ad alloggio di servizio per i militari in forza alla stazione di Valmadrera. L’immobile di proprietà del Comune di Valmadrera situato in viale Promessi Sposi che ospita l’Arma dei carabinieri è da tempo insufficiente ed inadeguato ad alloggiare tutto il personale assegnato alla stazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA