Val Fraina, il Comune  dice sì alla centrale
L’alpeggio della Rasga: sarà il più colpito dalla nuova centrale

Val Fraina, il Comune

dice sì alla centrale

Premana, la maggioranza ha votato a favore

della cessione delle aree e della costituzione delle servitù

La maggioranza ha votato la cessione delle aree legate alla costruzione della centrale mini hydro della val Fraina e la costituzione di servitù a favore della società “Energia e futuro”.

Fabrizio Fazzini, capogruppo di opposizione, ha lasciato invece l’aula con Pietro Caverio: «Non riteniamo possibile l’approvazione della delibera perché illegale e non di competenza del consiglio comunale». Con loro se ne è andata anche gran parte del pubblico, soprattutto dell’alpe Rasga.

Al vaglio lo stesso provvedimento del 12 dicembre 2016 che l’allora amministrazione di Nicola Fazzini non votò, disertando in massa il consiglio, facendo cadere il sindaco.

L’articolo completo e l’approfondimento sul giornale in edicola domani, domenica 11 marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA