Una scampanata per svegliare lo sci  A Bobbio flashmob per la montagna
A Bobbio piste pronte, non resta che aprire gli impianti

Una scampanata per svegliare lo sci

A Bobbio flashmob per la montagna

BarzioIniziativa degli operatori proposta da “Sciare Magazine” e dall’assessore regionale

Oggi alle 10 tutte le località sciistiche sono state invitate a suonare campane per la riapertura

Gli operatori della montagna oggi si faranno sentire, poco ma sicuro. L’iniziativa di protesta pacifica si chiama #PerChiSuonaLaMontagna ed è nata su proposta del direttore di “Sciare Magazine” Marco Di Marco e dell’assessore al Turismo, marketing territoriale e moda di Regione Lombardia Lara Magoni.

L’idea

«L’idea è nata da me e Marco Di Marco, direttore della rivista ‘Sciare magazine’ – spiega l’assessore Magoni – per mettere in campo un’iniziativa che vuole sostenere le montagne, da nord a sud, da est a ovest, che costituiscono un patrimonio naturale, culturale, sportivo e turistico che merita di essere valorizzato dopo mesi di difficoltà».

La proposta del duo Magoni - Di Marco è piuttosto ambiziosa: creare il flash mob più grande della storia della montagna, coinvolgendo tutte le principali località sciistiche e gli operatori del settore. Una proposta che farà rumore nel senso più vero del termine: alle ore 10.00 tutte le località sciistiche sono state invitate a diventare protagoniste di un piccolo gesto, preceduto da un breve rintocco delle campane del paese. Una minima rappresentanza dei lavoratori si unirà al Sindaco per esprimere solidarietà nel momento probabilmente più buio mai vissuto dal dopoguerra a oggi.

L’iniziativa, rumorosa ma pacifica, vuole ricordare a tutti un settore che sino a oggi si è sentito dimenticato.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 5 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA