Siccità e gelo, Artavaggio all’asciutto

L’acqua portata in quota con l’elicottero

Trasportati sedici contenitori da novecento litri ciascuno

Più il rinforzo di un’autobotte

Siccità e gelo, Artavaggio all’asciutto L’acqua portata in quota con l’elicottero
Artavaggio - Le taniche piene d’acqua sono state calate con l’elicottero

Altopiano valsassinese a secco. In quota, nel comprensorio più turistico della Valsassina, manca l’acqua. Siccità e gelate che bloccano il normale deflusso dell’acqua delle sorgenti sono i motivi.

Ieri ne hanno fatto le spese i Piani di Artavaggio: si è reso necessario l’intervento di un elicottero che ha trasportato a monte sedici contenitori da novecento litri d’acqua ciascuno, con il rinforzo poi anche di un’autobotte. Operazione complicata messa in opera da “Lario Reti Holding”, gerente di tutti gli acquedotti della Provincia, che riempito il serbatoio, in modo tale da garantire il rifornimento idrico dei rifugi per qualche giorno.

«L’intervento ad Artavaggio di Moggio - fa sapere l’ufficio stampa di Lario Reti Holding - è stato adottato d’urgenza stamattina, a seguito delle segnalazioni di ammanco idrico ai Piani di Artavaggio. Immediatamente abbiamo allertato l’elicottero per un servizio di immediata emergenza. Nella tarda mattinata è stato garantito il normale ripristino dell’erogazione dell’acqua».

L’articolo completo e l’approfondimento sul giornale in edicola domani, venerdì 25 gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA