Rifugi, uno spiraglio dalla Regione  Pernottare in quota diventa più facile
Il rifugio Grassi a quota 1.987 metri

Rifugi, uno spiraglio dalla Regione

Pernottare in quota diventa più facile

Il decreto autorizza l’uso della stessa stanza

anche da parte di «cinque o sei persone»

Le linee guida della Regione per i rifugi, che entrano in vigore da lunedì confermano in buona parte le regole alle quali si era adeguato chi ha già riaperto; ma autorizzano anche qualche concessione in più che danno una speranza in più alla ripartenza del settore.

«Allentano un pochino sui pernottamenti, così tutto diventa più semplice per noi - commenta Anna Bortoletto, rappresentante provinciale della categoria nonché rifugista al Grassi – Rispetto ai 20 metri cubi che si dovevano avere prima, adesso è consentito fare dormire nella stessa stanza anche un gruppetto di cinque o sei persone, basta che ci sia la distanza di un metro da un letto all’altro. Si intravede un po’ di luce».

L’articolo completo sul giornale in edicola domani, domenica 31 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA