Primaluna prova a rialzarsi dal fango  Iniziati i lavori di “somma urgenza”
Primaluna - La valle di Fus, una delle più danneggiate dall’alluvione

Primaluna prova a rialzarsi dal fango

Iniziati i lavori di “somma urgenza”

Partiti la pulizia degli alvei delle valli

e il rifacimento di muri e sottoservizi

Sono partiti ieri a Primaluna i lavori di somma urgenza: «Daranno continuità agli interventi intrapresi subito dopo l’alluvione. - spiega il sindaco Mauro Artusi - Si tratta di opere che riguardano le situazioni maggiormente critiche dal punto di vista della sicurezza e che, a norma di legge, andranno conclusi entro trenta giorni dalla data di inizio».

«Nello specifico - chiarisce - ci sarà la pulizia degli alvei delle tre valli, Fus, Molinara e Noci con la rimozione dei detriti ed i primi interventi di messa in sicurezza, gli interventi su parte degli argini del torrente Pioverna interessati dalla piena degli affluenti, il rifacimento del muro di contenimento a monte della palestra comunale, il rifacimento dei sottoservizi e della pavimentazione nelle vie danneggiate del centro storico di Cortabbio e l’intervento di valutazione con le prove di carico sul ponte romano di San Rocco, per valutarne lo stato e pianificare la messa in sicurezza».

Sul giornale in edicola l’articolo completo e l’approfondimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA