Pasturo, giovane operaio  rischia di perdere un dito
L’eliambulanza ha portato il giovane, 28 anni, al S. Gerardo di Monza

Pasturo, giovane operaio

rischia di perdere un dito

Infortunio sul lavoro, ieri pomeriggio, alla Metallurgica Obodez. L’uomo ha fratturato tre dita, per una c’è il rischio amputazione

Incidente sul lavoro ieri pomeriggio alla Metallurgica Odobez di Pasturo, azienda di via degli Aceri specializzata nella forgiatura di acciai e metalli. Pochi minuti prima delle 15 è infatti scattato l’allarme per un operaio di 28 anni che ha subito un trauma da schiacciamento alla mano destra, rimasta incastrata nel macchinario con cui stava lavorando. Immediatamente è scattato l’allarme con l’intervento in azienda del 118, giunto sul posto con l’automedica e con l’ambulanza della Leccosoccorso. L’operaio, che indossava gli appositi guanti da lavoro, nell’incidente ha riportato la frattura di tre dita della mano destra (medio, anulare e mignolo) e l’amputazione dell’indice destro. Proprio per cercare di fargli recuperare quanto più possibile l’uso della mano infortunata, il giovane è stato trasportato in ambulanza alla piazzola dell’elisoccorso in località la Fornace, nei pressi della sede della Comunità montana, dove l’attendeva l’elicottero di Areu (Agenzia regionale emergenza e urgenza) giunto da Milano. La scelta è infatti stata quella di trasportarlo all’ospedale San Gerardo di Monza, centro specializzato nella chirurgia della mano, che quindi offre le migliori possibilità di cura per un infortunio di questo tipo. In azienda, subito dopo l’incidente, oltre ai sanitari, sono giunti anche i carabinieri di Lecco per raccogliere le deposizioni dei presenti ed effettuare una prima ricostruzione di quanto accaduto. Spetterà invece ai tecnici dell’Ats Brianza accertare le cause dell’infortunio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA