Pasturo, ghiaccio e neve, la casa è isolata  «Nessuno pulisce, è pericoloso»
La mulattiera innevata e ghiacciata che porta a casa di Ermanno Corti

Pasturo, ghiaccio e neve, la casa è isolata

«Nessuno pulisce, è pericoloso»

Ermanno Corti lancia l’appello: «La strada è pubblica, così non passa l'ambulanza»

Ma il sindaco non ci sente: «Doveva sapere che abitando lassù avrebbe avuto dei disagi»

Quando nevica e la strada ghiaccia, Ermanno Corti è costretto a raggiungere casa sua camminando e con tanto di ramponi ai piedi e, visto che il tragitto non è lungo ma neanche breve ed è in forte pendenza, il pasturese “centellina” la spesa perché non ce la fa a trasportare grossi pesi.

Corti rivendica la pulizia della strada visto che è pubblica e anche lo spargimento del sale, visto che con le temperature basse dei giorni scorsi il tragitto diventa una pista ghiacciata, molto pericolosa. una situazione che si trascina da anni e mai risolta.

Ma il sindaco, Pier Luigi Artana, non ci sta e replica punto su punto alle contestazioni del concittadino.

Il caso

Il caso si consuma nel tratto terminale di via Grigna: la direttrice che, dal centro paese, conduce alla strada per il Pialeral. L’ultimo tratto, appunto, è impercorribile in auto e a piedi occorrono tutte le precauzioni.

«Sono residente in questa parte di via Grigna - esordisce Emanuele Corti -, ciò non significa che, quando nevica così tanto, io non abbia il diritto, come tutti, di potere avere la strada spalata e messa in sicurezza visto che pago anche le tasse. Abito qui dal 2003 e mai niente è cambiato nonostante io abbia fatto presente più volte il forte disagio in cui mi trovo. Ho 57 anni, lavoro al poliambulatorio di Introbio e ho qualche problema di salute, dovessi avere bisogno di un’ambulanza? Qui non ci arriva».

Ma il sindaco Artana non ne vuole sapere e si cava da ogni responsabilità.

«Il signor Corti ha acquistato una casa isolata – replica secco -, fuori dal centro abitato, sapeva che non sarebbe andato a vivere in centro Lecco.

Con tutte le conseguenze che questo comporta: i residenti del Pialeral non si lamentano, pagano un addetto che tiene loro la strada pulita e se la cavano perché sanno che abitare in questa zona, come in altre montane del paese, di esempi ce ne sono molti, presenta difficoltà oggettive che uno deve mettere in conto. Mi spieghi il signor Corti come posso fare passare uno spazzaneve lungo una mulattiera larga un metro e ottanta. È difficile se non impossibile gettare ai bordi strada la neve perché fa da barriera il muro.

In questo caso - conclude Pierluigi Artana -, consiglio allora al cittadino di mettere le catene all’auto, come fanno altri e vedrà che passa».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 14 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA