Pasturo, dopo tredici anni ecco la farmacia  «Un centro servizi per i cittadini»
La farmacia “San Calimero” quasi pronta per l’apertura

Pasturo, dopo tredici anni ecco la farmacia

«Un centro servizi per i cittadini»

Si chiamerà “San Calimero” in onore del patrono e aprirà in primavera in piazza Mancava dal 2007, fino a oggi solo dispensario. Le dottoresse Buzzoni e Rizzo pronte alla sfida

Dopo tredici anni Pasturo avrà di nuovo la sua farmacia: si chiamerà “San Calimero”, in onore del patrono, e questa primavera sarà aperta grazie alla tenacia delle dottoresse Anna Buzzoni e Nerina Rizzo.

È tutto pronto

Tutto è pronto per l’inaugurazione in piazza Vittorio Veneto, quella del municipio: «Stiamo sbrigando le ultime pratiche burocratiche, presto faremo sapere la data dell’inaugurazione», dice Annapurna Buzzoni, classe 1979 (di origine indiana, adottata in Italia quando aveva sei mesi di età). Conferma Nerina Rizzo, nata del 1957 che lavora in farmacie da quasi quaranta anni.

Quando aprirà la farmacia, chiuderà il dispensario farmaceutico di viale Trieste e nel frattempo, i medesimi gestori di quest’ultimo di Primaluna, a loro volta avvieranno un’attività di parafarmacia in via Provinciale.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 20 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA