Paglio e Giumello, la sosta è  a pagamento  Chi mangia e pernotta parcheggia gratis
Il parcheggio affollato all’alpe di Paglio

Paglio e Giumello, la sosta è a pagamento

Chi mangia e pernotta parcheggia gratis

Casargo Nei piazzali delle due località turistiche 1 euro all’ora e 3 il giornaliero fino a settembre Il sindaco: «Le tariffe sono contenute, agevolazioni e abbonamenti per chi ha la seconda casa»

Nei piazzali dell’alpe Paglio e di Giumello si paga la sosta: 1 euro all’ora e 3 euro il giornaliero.

Il provvedimento è in vigore fino al 15 settembre (ed il prossimo anno scatterà dal 15 giugno), tutti i giorni dalle 8 alle 20, poi fino al 20 dicembre la sosta si pagherà solo il sabato e la domenica, dal 20 dicembre al 6 gennaio sarà ancora giornaliera e tornerà poi ad essere ancora solo nel week end, fino al 14 giugno.

C’è il parcometro

Si paga tramite parcometro mentre la sosta gratuita è prevista per gli esercizi pubblici dei tre paesi – Casargo, Margno e Crandola – che gravano sulle due località ed ai titolari dei permessi di transito sulla strada agro silvo pastorale Alpe Paglio-Pian delle Betulle-Ortighera-Oro-Dolcigo-Ombrega bassa.

Le strutture alberghiere invece saranno dotate di 300 biglietti gratuiti per la sosta giornaliera riservata ai propri clienti.

«Le tariffe sono molto contenute. - commenta il sindaco Antonio Pasquini – Se il turista viene sul territorio ed investe, fermandosi a mangiare o a dormire, ha il pass gratis. Al cliente che prenota, infatti, viene rilasciato un codice che va inserito sul parcometro, dopo avere digitato il numero di targa. Come avevamo detto nel nostro programma elettorale, i proventi serviranno per la manutenzione e l’attrattività della nostre due località. Gli investimenti non possono ricadere solo sugli 800 abitanti. Facendo pagare solo il sabato e la domenica si destagionalizza la montagna».

Il servizio completo su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 17 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA