Nuova scuola media, basta flop

Introbio Tolto l’ostacolo burocratico che aveva fatto naufragare la richiesta di fondi alla Regione Lombardia

Nuova scuola media, basta flop
La scuola secondaria Tommaseo si prepara ad andare in pensione

Terminato l’iter burocratico avviato alla fine dello scorso mese di gennaio, la Variante parziale al Pgt ed al suo Piano dei servizi è stata adottata dal consiglio comunale di Introbio.

Riguarda lo stralcio dell’Ambito di trasformazione con la sigla Atr 7 e la riclassificazione in area a servizi per la previsione della costruzione della nuova scuola media di Introbio.

Con il provvedimento, in pubblicazione per trenta giorni a cui seguiranno altri trenta per presentare le eventuali osservazioni, si va a colmare una mancanza che aveva portato all’esclusione del Comune da bando regionale “Spazio alla scuola” a cui era stata presentata la domanda per ottenere i fondi utili a coprire la previsione di spesa di 4,7 milioni di euro.

«Al bando non siamo stati ammessi - del sindaco Adriano Airoldi – Ci abbiamo provato però l’area da acquistare non era idonea dal punto di vista urbanistico. Con l’adozione, la pubblicazione e le osservazioni che potranno essere presentate torneremo poi in consiglio comunale per l’approvazione e l’inserimento nel Pgt. Sarà un altro punto a nostro favore. Per l’acquisto dell’area, invece, faremo il mutuo alla Cassa depositi e prestiti.

L’intenzione è quella di chiedere un mutuo da 450mila euro che, in via preliminare, ha ottenuto il nulla osta da parte della Cassa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA