L’ufficio turistico del parco

tra i formaggi della Carozzi

Barzio, raggiunto l’accordo con il Comune

Zero costi per la collettività e ritorno di immagine per la ditta

L’ufficio turistico del parco tra i formaggi della Carozzi
Barzio - Ambiente e formaggi: “nozze” alla Carozzi

La “porta” del Parco locale di interesse sovraccomunale, riconosciuto dalla Regione due anni fa, sarà l’impresa casearia “Carozzi” di Ballabio. La giunta del sindaco Andrea Ferrari ha infatti approvato lo schema di convenzione per la gestione della porta di accesso del parco denominato “Plis di Barzio dal fondovalle alle Orobie”.

«Cioè - spiega il primo cittadino - l’impresa Carozzi, mediante un accordo con il Comune, si è impegnata ad aprire una sorta di ufficio turistico nella sua azienda, deputato ad illustrare tutte le peculiarità del Parco. A costo zero per il Comune. Non so ancora dare una tempistica: l’accordo comunque è fatto, e presto aprirà questo nuovo punto di informazioni».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA