La ciclabile “mangiata” dal Pioverna  Trecentomila euro per rimetterla in sesto
Primaluna - Il crollo aveva interessato un tratto di circa 75 metri

La ciclabile “mangiata” dal Pioverna

Trecentomila euro per rimetterla in sesto

Primaluna, la pista era parzialmente crollata

durante una piena del torrente nell’estate 2017

Via libera della giunta di Primaluna all’intervento di riqualificazione della pista ciclopedonale del fondovalle, nel tratto tra la confluenza della valle di Baredo ed il confine con il comune di Cortenova.

L’intervento verrà eseguito dalla Comunità montana con le economie dei fondi regionali del bando “Valli prealpine”.

Primaluna aveva infatti ottenuto 312.914 euro per gli interventi sul Parco minerario di Cortabbio, su palazzo Zanaboni e sulla torre di Primaluna con l’aggiunta di fondi propri per 87.086 euro, chiudendo la contabilità finale con 114mila euro di risparmi.

Nell’estate del 2017 il torrente Pioverna in piena aveva parzialmente danneggiato le sponde, compromettendo la sicurezza di alcuni tratti della pista, soprattutto sulla sponda sinistra orografica (dove l’acqua scorre verso valle), in località Scarnallo.

È un tratto dove la larghezza dell’alveo è di circa 70 metri e la pendenza è molto debole, appena l’1% secondo i rilievi tecnici, e l’azione erosiva ha provocato il crollo di un tratto di circa 75 metri, con un’altezza di circa cinque metri della sponda tra alveo e pista, con pendenza molto elevata.

Sempre in tema di sistemazione idraulica del torrente Pioverna, è stato assegnato alla ditta Pozzi Virginio Strade di Lecco l’altro appalto per la ricostruzione del tratto di argine eroso nel corso degli eventi alluvionali degli anni 2017 e 2018, per la messa in sicurezza di alcuni tratti della pista ciclopedonale.

Sono 250mila euro finanziati dalla Regione per ricostruire un tratto di circa 225 metri di sponda orografica sinistra, con un risparmio di 76.758 euro, in base al ribasso d’asta del 34,3%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA