In quaranta in vetta al Legnone  per “allenarsi” a salvare vite in quota
L’esercitazione del Soccorso alpino

In quaranta in vetta al Legnone

per “allenarsi” a salvare vite in quota

Importante esercitazione del Soccorso alpino

Dislivello di 1.200 metri con la barella-portantina

Importante esercitazione tecnica per la stazione di Valsassina e Valvarrone della XIX delegazione lariana del Soccorso alpino, sul monte Legnone (2.609 metri). I soccorritori, una quarantina, coadiuvati da un istruttore nazionale del Cnsas, hanno simulato un intervento in barella portantina dalla cima del Legnone fino al rifugio Roccoli Lorla, con un dislivello di circa 1.200 metri. L’esercitazione ha avuto il supporto dell’elicottero del servizio di Protezione civile della Regione Lombardia, grazie a una convenzione dell’ente con il Cnsas Lombardo per la movimentazione di tecnici e materiali.

Ieri verso le 11 c’era stato anche un intervento per la Stazione del Triangolo Lariano, insieme con il Centro operativo del Bione, per soccorrere una persona che aveva avuto un malore lungo la strada per San Tomaso, a Valmadrera. Sul posto anche l’elisoccorso di Areu.


© RIPRODUZIONE RISERVATA