I campanili suonano all’unisono

Buon anno “Grande Bellano”

Suggestiva iniziativa oggi con cinque minuti di “concerto” augurale

Ventisei campane ma anche sirena dei vigili del fuoco e 25 colpi di mortaio

I campanili suonano all’unisono Buon anno “Grande Bellano”
Il campanile di Bellano ha suonato insieme ad altri 25

Chi lo ha detto che ogni paese guarda al proprio campanile? Per cinque minuti, oggi a mezzogiorno le campane dei ventisei campanili della “grande Bellano” hanno suonato all’unisono, per fare gli auguri per il 2020 ed in segno di festa per il nuovo comune nato dalla fusione con Vendrogno. Un segnale forte di unione anche simbolica dei due comuni.

Alle campane si sono uniti la sirena dei vigili del fuoco e venticinque colpi di mortaio sparati dal molo. Da ieri c’è il nuovo comune di Bellano ed il sindaco Antonio Rusconi e l’ex sindaco di Vendrogno Leonardo “Poppo” Enicanti sono andati in riva al lago per sentire lo scampanio festoso.

Un nuovo cammino

«Il 2020 sarà l’inizio di un nuovo cammino, un nuovo percorso che faremo uniti, fusi, dal lago alla montagna, bellanesi e vendrognesi in un unico grande comune.

Abbiamo dimostrato che avere tanti campanili è una bellezza, non una difficoltà. Li abbiamo fatti suonare a festa tutti, tutti insieme, - sottolinea Rusconi - per augurarci un sereno anno ed un cammino ricco di cose belle».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 2 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA