Ente di area vasta? La Valsassina trema  «Noi, ancora più periferia dell’impero»
Il municipio di Premana

Ente di area vasta? La Valsassina trema

«Noi, ancora più periferia dell’impero»

Premana, il consigliere di minoranza Silvano Bertoldini: «Rischiamo di contare sempre meno». Emendamento votato da tutti, tranne il sindaco: «Non con Monza ma solo con il lago di Como»

Perplessità a Premana sull’individuazione del nuovo ente di Area vasta che dovrà sostituire la Provincia: il rischio è di diventare ancora più periferici, peggiorando la situazione di adesso.
Il 20 aprile l’assemblea dei sindaci ha predisposto un ordine del giorno che il sindaco Nicola Fazzini ha portato all’approvazione del consiglio comunale.
«L’amministrazione provinciale – ha riferito – intende operare per mantenere l’unità territoriale ed i servizi ricompresi. O attraverso il sistema lago di Como e Brianza o istituendo la provincia di Lecco-Como-Monza.».
Il nuovo assetto porterà i sindaci ad interfacciarsi con un’area omogenea ma qualche problema lo potrà creare.
«Certamente, dal mio punto di vista, – ha detto il consigliere di minoranza Silvano Bertoldini – per Premana, che già ha qualche problema in provincia di Lecco, questo passaggio porterà a peggiorare le cose. Entrambe le richieste non sono positive per un paese come il nostro. Nell’Area vasta con Como e la Brianza, conteremo ancora di meno. È stata considerata un’opzione montagna? Nessuno in provincia ha provato a parlarne». Chiaramente l’area dell’alta Valsassina, ma anche quella dell’alto lago, sono in ogni caso le più penalizzate dal riordino territoriale che sta venendo avanti, essendo la periferia, come oggi, di un’area molto più vasta.
«Il primo punto – ha risposto il sindaco Fazzini – è cercare di mantenere l’unità territoriale di Lecco. Altrimenti saremo totalmente invisibili».
Discutendo dell’opportunità o meno di approvare l’ordine del giorno proposto, Bertoldini ha di affermato: «Non mi sento di prendere la responsabilità. Con il lago di Como può essere ok. Non mischiamoci alla Brianza».Allora è stato proposto un emendamento per «chiedere all’amministrazione provinciale di valutare la possibilità per la Valsassina, Valvarrone e l’alto lago di formare l’area del lago di Como». L’intero consiglio ha votato l’emendamento, tranne il sindaco Fazzini che si è astenuto «per coerenza» avendo approvato la proposta passata nell’assemblea dei sindaci . In Valsassina insomma non piace l’ipotesi di accorpamento con la Brianza monzese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA