«Don Graziano,  amico vero di tutti noi»
L’uscita del feretro dalla chiesa di Introbio

«Don Graziano,

amico vero di tutti noi»

Introbio, folla per l’addio al sacerdote scomparso a 78 anni

il 22 ottobre in un incidente stradale a Cortabbio

Strapiena la chiesa di Sant’Antonio abate per l’ultimo saluto a don Graziano Bertolotti, 78 anni, vicario della Comunità pastorale “Madonna delle neve” di Primaluna.

Nella “sua” chiesa, visto che risiedeva nella casa parrocchiale di Introbio, c’erano i fedeli dei cinque paesi della Comunità con i sindaci in fascia tricolore di Parlasco, Taceno, Cortenova, Primaluna ed Introbio, ma anche le rappresentanze dei ragazzi della scuole e delle associazioni.

Il vicario episcopale, monsignor Maurizio Rolla, ha letto il messaggio dell’arcivescovo Mario Delpini all’inizio della cerimonia presieduta dal vescovo ausiliare e vicario episcopale per la vita consacrata femminile monsignor Luigi Stucchi e concelebrata con il decano della Valsassina don Lucio Galbiati, dal parroco don Marco Mauri e dall’ex parroco don Mauro Malighetti con numerosi altri sacerdoti della valle e compagni di messa dello scomparso.

Stucchi ha tratteggiato la figura del sacerdote: «Aveva un innato senso dell’amicizia ed una generosità semplice, era un buon testimone delle relazioni, aveva una intensa vocazione e l’incapacità di conservare rancore».

L’articolo completo sul giornale in edicola domani, martedì 30 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA