Chiodi sulla Provinciale 67  Tra le vittime anche la postina
Valvarrone - Chiodi a tre punte conficcati negli pneumatici dello scuolabus (Foto by Mario Vassena)

Chiodi sulla Provinciale 67

Tra le vittime anche la postina

Valvarrone, intanto è polemica tra i sindaci

per lo scuolabus appiedato

Nel pomeriggio di ieri il sindaco Luca Buzzella ha formalizzato la denuncia contro ignoti per le forature che lunedì mattina hanno fermato lo scuolabus della scuola intercomunale di Vestreno.

In tre gomme sono stati trovati altrettanti chiodi a tre o quattro punte; nella stessa mattina l’auto della postina ne ha “raccolti” ben otto, mentre il mattino successivo è stato il panettiere a ritrovarsi con le gomme bucate.

Prende sempre più corpo l’ipotesi di un vandalismo in strada, sempre sulla diramazione della Sp 67 per Sueglio.

L’episodio dello scuolabus, oltre a creare disagio alle famiglie della valle che lunedì a fine scuola e la mattina del giorno successivo sono rimasti senza il servizio di trasporto, ha creato anche attrito tra i due sindaci.

Un po’ risentita, Simona Monica Cantini Cantini di Sueglio ha lamentato di non essere stata avvisata subito di ciò che era successo allo scuolabus che è condiviso per un terzo con Valvarrone.

Buzzella replica alla collega: «Il trasporto scolastico con il nuovo scuolabus donato a tutti gli alunni della valle è disciplinato dalla convenzione sottoscritta dal Commissario prefettizio con il sindaco di Sueglio, come altri importanti e inscindibili servizi, la cui gestione è stata affida al comune di Valvarrone, per ovvi motivi. La mia amministrazione sinora non ha fatto altro che attuare quanto previsto, ma sicuramente non ha nessun obbligo di dare una tempestiva comunicazione su atti meramente gestionali».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA