Casargo, il posteggio  si paga nel week end
L’alpe Giumello sotto una coltre di neve

Casargo, il posteggio

si paga nel week end

Sabato e domenica entra in vigore il parcometro nelle aree di sosta

all’alpe di Paglio e di Giumello: 1 euro all’ora, 3 il ticket giornaliero

Nel prossimo fine settimana scatta il pagamento dei parcheggi all’alpe di Paglio ed all’alpe Giumello, per il periodo invernale. La tariffa oraria sono di 1 euro mentre quella giornaliera è di 3 euro. Il pagamento, che avviene tramite parcometro, resterà in vigore fino al 14 giugno dopo di che, fino al 15 settembre il posteggio sarà da pagare tutti i giorni. Sono previste agevolazioni per alcune categorie di persone, a partire dagli esercizi pubblici che hanno a disposizione un massimo di 300 biglietti gratuiti che sono validi per una sosta giornaliera per i loro clienti; gratuita è anche la sosta per coloro che hanno l’autorizzazione al transito sulla strada agro-silvo pastorale dall’alpe Paglio per il Pian delle Betulle, Ortighera, Oro, Dolcigo e Ombrega bassa.

È possibile invece fare un abbonamento a 5 euro annui per ogni veicolo per chi è proprietario o affittuario con regolare contratto di locazione di fabbricati nelle due località che hanno diritto ad avere fino a due contrassegni, ciascuno per un solo veicolo, per chi risiede nelle due località per ogni veicolo intestato, per chi risiede a Casargo ed è in regola con il pagamento dei tributi e per i titolari e dipendenti di esercizi pubblici ed i concessionari degli alpeggi.

La sosta costa 10 euro all’anno, invece, per chi è proprietario o regolare affittuario di fabbricati in località Chiaro, nel comune di Bellano. L’abbonamento è a 25 euro per i villeggianti, ovvero chi possiede o abita in affitto regolarmente a Casargo ed infine a 75 euro per i villeggianti di Margno e Crandola, che hanno casa o pagano un regolare affitto. Sono a disposizione inoltre gli abbonamenti settimanali a 15 euro e quindicinali a 25 euro.

Tutti gli abbonamenti hanno scadenza al 31 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA