Casargo, dodici capre morte in stalla  Sequestrato un allevamento
Sono intervenuti i carabinieri Forestali

Casargo, dodici capre morte in stalla

Sequestrato un allevamento

L’allarme è scattato in seguito a un passante allertato dal cattivo odore. Solo una decina di giorni fa il ritrovamento di altre 8 carcasse

I carabinieri della Forestale

sono intervenuti

in seguito a una segnalazione

per il cattivo odore

Altre 12 capre morte a Casargo, dopo le 5 già trovate a inizio mese. Nella serata di venerdì i Carabinieri Forestali di Margno sono intervenuti in località Narro e hanno sequestrato una stalla al cui interno sono state trovate 12 caprette senza vita, morte con tutta probabilità di stenti, dato che non erano né malate, né presentavano segni di aggressione.

Il ritrovamento è stato possibile grazie alla segnalazione di una persona che passato vicino alla stalla , complice anche il forte odore che ne proveniva, si è avvicinato accorgendosi dell’accaduto. Ha quindi deciso di telefonare alle forze dell’ordine e al Comune, per avvisare del ritrovamento.

Un episodio, questo, che arriva due settimane dopo il ritrovamento di altre 8 caprette senza vita in una forra tra Narro e la località Mornico di Vendrogno, probabilmente gettate li dentro dopo la loro morte. In quella circostanza è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Bellano per recuperarne i resti.

Toccherà ora ai carabinieri forestali continuare a indagare per stabilire se i due episodi avvenuti a breve distanza di tempo e in luoghi sostanzialmente vicini, siano tra loro collegati, per poi risalire al responsabile o ai responsabili di quanto accaduto. Intanto il Comune di Casargo ha reso noto che si occuperà dello smaltimento delle capre trovate senza vita: «Le forze dell’ordine – è il commento del sindaco Antonio Pasquini - stanno effettuando tutte le verifiche del caso. Certamente si tratta di un episodio grave. Per quanto riguarda la nostra amministrazione comunale ci siamo già mossi per lo smaltimento delle capre, per quella che è la nostra competenza. Questo dovrebbe accadere già nella giornata di lunedì». S.Sca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA