Capre sulle tombe  Le scuse del pastore

Capre sulle tombe

Le scuse del pastore

Ieri il proprietario degli animali ha spiegato

che è stato un incidente e non succederà più

Caso capre a zonzo a Ballabio Superiore e nel cimitero della frazione: ieri il sindaco, Giovanni Bruno Bussola, ha parlato con il proprietario di questi caprini, almeno dieci esemplari, che l’altro ieri si sono pure mangiati i fiori e le piante del cimitero, sopra le tombe. «Scorrazzavano ovunque», testimoniano da Ballabio Superiore. Si, ma da dove arrivano? Perché si aggiravano dieci capre in via Fiume e dintorni? Il sindaco una spiegazione ce l’ha ed usa toni concilianti:«Il padrone di queste capre mi ha detto, dispiaciuto, che sono scappate dal luogo dove le custodisce a monte di Ballabio Superiore. Si è scusato, allo stesso tempo assicurando che adotterà tutti i rimedi affinché un episodio del genere non si verifichi più». Insomma, sembra che l’episodio non stia creando più di tanta preoccupazione al sindaco. Il quale, però, vuole andare fino in fondo: «Nei prossimi giorni - dice Bussola -, parlerò ancora con il proprietario delle capre, se questi animali sono scappati dal recinto come mi ha detto, occorre di conseguenza verificare che il recinto sia riparato onde evitare altri problemi». Il sindaco ha abbandonato i toni inizialmente barricadieri, soddisfatto dal colloquio con l’allevatore ed è ottimista. «Dopo avere parlato con lui - conferma il primo cittadino di Ballabio -, ho avuto tutte le assicurazioni per cui le sue capre non scapperanno più. Da parte sua ho trovato tutta la disponibilità. Credo che si sia trattato solo di un incidente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA