Barzio: «La pista Bobbio Barzio
deve essere ripristinata»

La petizione Lanciata da un gruppo di appassionati La discesa piace agli esperti e arriva diretta alla funivia Non è praticabile. Il sindaco: «Aspettiamo la Regione»

Barzio: «La pista Bobbio Barzio deve essere ripristinata»
La pista Bobbio-Barzio ancora chiusa

Sarà per l’avvicinamento delle Olimpiadi invernali di Pechino che partiranno settimana prossima.

Senza dimenticarsi di Milano-Cortina, fra quattro anni. O forse perché siamo in piena stagione sciistica. Sta di fatto che è tornata in auge la pista Bobbio – Barzio.

Il percorso

La discesa che permette agli sciatori di partire dall’arrivo della funivia (a quota 1.630 metri), per terminare lo slalom alla partenza (850 metri), piace ad alcuni frequentatori più esperti e agli amanti dei fuoripista ai Piani, ma non è praticabile. Proprio per questo motivo sta girando una petizione online in cui si chiede che sia sistemata e, quindi, sia una pista ufficiale a tutti gli effetti.

«Vista l’alta affluenza e in ottica di portare un’ulteriore miglioria a tutto il comprensorio, chiediamo che venga ripristinata la pista che porta alla partenza/biglietteria dei Piani di Bobbio – si legge sulla petizione lanciata da Lorenzo Francesconi su Change.org –. Si riconosce gran merito all’Itb per aver risollevato l’intero comprensorio dei Piani di Bobbio, ma per poter stare al passo con quella che è l’offerta di altri comprensori e dare valore aggiunto, questa potrebbe essere una delle soluzioni. La pista è comunque tracciata, e viene utilizzata nel periodo estivo per fare downhill, ma è comunque un vero peccato (ogni volta che si sale) vederla così inutilizzata nella stagione invernale. Inoltre si tratterebbe di un intervento non invasivo, in quanto non ci sarebbe bisogno di ulteriori impianti dato che la funivia è già presente».

Vantaggi al comprensorio

Secondo il promotore della petizione, inoltre, quest’ulteriore pista porterebbe vantaggi su tutto il comprensorio, distribuendo così tutte le persone su un area più vasta, creerebbe meno affollamento sugli impianti già aperti, porterebbe meno “traffico” sulle piste in alto, facendo così in modo che tutte le piste rimangano tirate per più tempo. Inoltre migliorerebbe l’offerta del comprensorio sciistico più vicino a Milano, anche in previsione delle Olimpiadi di Milano-Cortina. La petizione online non ha alcun valore legale e ha l’obiettivo di raccogliere cento firme: un numero bassissimo, con ogni probabilità si tratta di un modo per attirare l’attenzione su una delle possibili attrazioni invernali ai Piani di Bobbio.

«La sistemazione della pista è inserita nei Patti territoriali, sottoscritti nell’aprile dello scorso anno tra i Comuni dell’Altopiano, la Comunità montana e Regione Lombardia – spiega il sindaco di Barzio Giovanni Arrigoni Battaia –. Stiamo ancora attendendo le valutazioni della Regione e, purtroppo, non sarà possibile sistemarla entro la fine di questa stagione sciistica invernale». Non resta che attendere novità dal Pirellone, soprattutto nell’ottica di un potenziamento del turismo sportivo e, perché no, di qualche evento collegato alle Olimpiadi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA