Ballabio, Vigile “no vax” sospeso        Il turno a scuola lo copre il sindaco
A Ballabio è il sindaco in prima persona a occuparsi dell’attraversamento degli scolari

Ballabio, Vigile “no vax” sospeso

Il turno a scuola lo copre il sindaco

L’agente non ha Green pass, a casa senza stipendio fino a che non si sarà regolarizzato. Bussola, già abituato ad aiutare, ora sempre più spesso indossa la pettorina con lo stradino

A casa fino a quando non si sarà regolarizzato con le nuove norme antiCovid.

E intanto al suo posto lavora il sindaco e pure lo stradino. Un dipendente comunale di Ballabio, assunto come agente di polizia locale, è stato sospeso dal posto di lavoro perché senza Green pass rafforzato. Fino a quando non si sarà regolarizzato, vaccinandosi quindi, non potrà tornare sul proprio posto di lavoro, rimanendo anche senza stipendio per tutti i giorni in cui sarà a casa.

Situazione delicata

Una situazione estremamente delicata, che ha anche lasciato un vuoto nei turni dei servizi che il Corpo ballabiese svolge quotidianamente sul territorio. E così, in questi giorni, fuori dalla scuola elementare Fantasia di via Confalonieri, i genitori e i passanti hanno trovato più spesso il sindaco Giovanni Bruno Bussola , e anche un’altra dipendente comunale, con indosso la pettorina catarifrangente della protezione civile per tutelare la sicurezza degli alunni e dare una mano al comandante Giovanni Di Maria . Se per il primo cittadino non è una novità aiutare i propri agenti in situazioni di regolamentazione del traffico, sicuramente non è nemmeno una consuetudine che lui, insieme ad altri dipendenti, facciano il lavoro dei vigili. L’agente quindi è a casa, da oltre una settimana, senza stipendio in quanto definito «assente ingiustificato».

Altri particolari su La provincia di Lecco in edicola domenica 16 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA